COME ELIMINARE PROBLEMI, PAURE
E ATTACCAMENTI TRASFORMANDOLI
IN GIOIA

pubblicato in: MESSAGGI DI ISHA BABAJI | 0

(Capitolo estratto dal libro “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” del Maestro Isha Babaji)

Com’è possibile evolversi, ovvero essere liberi da qualsiasi sofferenza? Tutti i problemi causano più o meno sofferenza. Pro­vate ad usare questa sofferenza trasformandola per la vostra evoluzione, allora creerete buon karma, cioè buone Azioni, ed i problemi diventeranno la causa della vostra Gioia. All’inizio po­trebbe essere molto difficile arrivare al massimo, al “Supremo”, ossia ad af­frontare i grandi temi, i grandi problemi e le grandi sofferenze dell’esistenza per trasformarli durante il cammino della vostra vita. Provate quindi ad alle­narvi tra­sformando le piccole sofferenze, secondo le vostre capacità, per poter poi giun­gere alla Luce, alla Divina Sorgente dell’Amore e della Saggezza.

Con il tempo sarete in grado di trasformare anche le grandi difficoltà, i grandi problemi dell’esistenza umana. Perfino la paura della morte del vostro corpo fisico scomparirà, vedendone i lati positivi che sono tantissimi e “ri­solu­tivi”. Comprenderete meglio quanto detto leggendo un libro che ho scritto per aiutare l’Umanità ad eliminare tutte le paure, in primo luogo la paura della morte che è la madre di tutte le paure. Questo libro è inti­tolato “COME ANNULLARE TUTTE LE PAURE”.

 

 

Per ora iniziate a vedere il lato positivo di tutti i problemi, per­fino della morte. In questo modo i problemi saranno sempre causa della vostra felicità. Per poter vedere i problemi in que­sto nuovo modo, dovete smettere di pensare al loro lato negativo. Sforzatevi quindi di vedere, di percepire solo il lato be­nefico dei problemi.

Se qualsiasi situazione ed esperienza della vostra vita è posi­tiva o negativa, dipende solo da come viene percepita dalla vostra mente, dipende dalla vostra inter­pretazione, dal vostro atteggia­mento. Potete scegliere se vivere una situa­zione, una persona, un’esperienza come “piacevole” oppure come un “pro­blema”. Di­pende, in ultima analisi, solo dal vostro Amore o dalle vostre paure.

Se amate con Vero Amore la Natura, il Pianeta, l’Universo, se vi mettete veramente al posto dell’altro, riuscirete ad interessarvi beneficamente alle “cose”, ossia ai problemi, vedendone solo il lato positivo. Se si tratta di una persona che vi crea il “problema”, vedetene solo il lato positivo mettendovi al suo posto, aiutatela a vedere in se stessa il suo lato positivo, le “cose buone” che ha in sé, tutto quello che riesce a fare bene, le cose nelle quali “pri­meggia”, per fargliele espandere e aumentare affinché possa  cre­scere in­sieme a queste stesse “cose buone”, perché la “cre­scita” è solo nel “buono”. Fate la stessa cosa con voi stessi. Il “buono”, per sintonia, attira il buono, le cose buone per voi e gli altri, e il cattivo attira il cattivo, il peggio per voi e gli altri.

Chi ama ve­ramente vede sempre il positivo, il buono in ogni cosa, ed aiuta gli altri a vederlo in loro stessi, perché dal buono nasce solo il buono e dal cat­tivo nasce solo il cattivo. Chi non ama, invece vede principalmente “il cat­tivo” della vita, delle cose, delle persone e delle situazioni. Se ne vediamo solo gli aspetti positivi, vita e morte sono sempre “positivi”, portano e porte­ranno sempre “grandi vantaggi”.

Se volete aiutare una persona, ed anche voi stessi, fatele quindi vedere ed espandere ciò che sa fare di meglio, aiutatela a vedere il lato positivo delle cose, delle persone e situazioni. Se volete stare bene e far star bene le persone che vi sono accanto, evitate di vedere e far vedere il “lato negativo” di cose, persone e situazioni. Perché “vederlo o farlo vedere” farebbe precipitare tutti nell'”inferno” dei dubbi, della rabbia, delle critiche e dei giudizi. Vedere il lato negativo, pensare male, avere dei dubbi, ecc., fa cadere tutti nella tristezza, nella depressione e, di conseguenza, nella perdita di energie. Infatti ogni critica e giudizio, ogni pen­siero negativo, rabbia, ira, ogni forte dubbio, ecc., consuma mol­tissime energie del corpo/mente e conduce sempre più “in basso”, anche verso il “precipizio” delle malattie.

Solo dal vero Amore nasce il pensiero positivo. Ed il pensiero positivo fa na­scere e fiorire ai massimi livelli il vero Amore e la Salute. Pensiero positivo, Amore e Salute, in ultima analisi, sono la stessa cosa, vanno insieme sempre a braccetto.

Vedendo solo il lato posi­tivo, ovvero le “cose buone”, i lati po­sitivi del “pro­blema”, avrete quindi più energie e starete bene, ini­zierete a percepire una nuova qualità di vita, una liberazione dalla sofferenza vostra ed altrui, una leg­gerezza ed una Gioia, mai pro­vate, in quanto il “positivo” vi libera da ogni sofferenza e apre la “Porta del Vero Amore”.

Aprite questa “Porta”, en­trate nel mondo del Vero Amore, chiudeteLa a chiave e gettate via la chiave, per non tornare più indietro, per poter rimanere sempre nella Luce della Li­bertà, della Gioia, del pensiero positivo… in una sola parola, nella Luce del Vero Amore.

 

“Segreti spirituali” per annullare desideri e paure e non soffrire più

Desiderare non è “male”. E’ quando desiderate troppo che nascono i guai. Quando vi accorgete che state soffrendo troppo è sempre e solo perché state desiderando troppo qualcosa che non potete o non riuscite ad ottenere e che, pertanto, avete paura di perdere o non avere. Se vi trovate in questa “si­tuazione” ricor­datevi che, se lo volete veramente, è possibile facilmente annul­lare quel desiderio insieme alle paure e alle sofferenze che ne conseguono.

 

Come fare quindi a non soffrire più?

Applicate una “tecnica” millenaria usata anche dai monaci ti­betani e che tutti dovreb­bero conoscere. Qual’é questa “tecnica”?  E’ sufficiente che ve­diate i lati negativi di quel certo desi­derio che avete. Vedete solo i lati o aspetti negativi della persona, della cosa, della situazione, ecc., che deside­rate. Se volete “cambiare veramente”, i lati negativi si possono facil­mente vedere o immaginare. Se non riu­scite mai a vederli è per­ché siete troppo accecati dal vostro stesso desi­derio/attaccamento e dalla vostra paura. Pertanto riuscite a vedere solo la paura di perdere o di non avere qualcosa o qualcuno. Infatti il desiderio, quando è troppo forte e si tra­sforma inattaccamento“, rende “ciechi e sordi” a causa della paura che nasce dallo stesso desiderio/attaccamento….la paura di perdere o di non avere l’oggetto del proprio desiderio, la paura che qualcuno o qualcosa ve lo porti via. Pur di non perderlo o di averlo a tutti i costi, allora cosa fate? Dite bugie, non ascoltate più niente e nessuno, non volete vedere né sapete riconoscere la ve­rità, diventate irascibili, impulsivi, insofferenti, nervosi, ansiosi, e scat­tate se vi contrastano, litigate, falsificate le cose, create divi­sioni, separazioni, fino a compiere anche atti ille­gali o addirittura criminali. Ecco, questi sono i pericolosi e spesso “micidiali” effetti collaterali del deside­rio/attaccamento e delle paure che ne conse­guono. Tutti, penso, siete passati at­traverso queste fasi negative dettate dall’attacca­mento e dalla conseguente paura di perdere o non avere l’oggetto del vostro desiderio o attaccamento. Tutti o quasi tutti potete quindi sapere di cosa sto parlando avendone già fatto esperienza.

Per non soffrire più e non far più soffrire inutilmente, leggete quello che ho ancora da dirvi.

Oltre a vedere i “lati negativi”, cercate di pensare intensa­mente a tutte le difficoltà a cui do­vete andare incontro per realiz­zare il vostro deside­rio/attaccamento, pensate a tutti i problemi, disturbi, fastidi, alle seccature, alle noie, ecc., che ci saranno per raggiungere, far durare, sostenere, mante­nere e proteggere l’oggetto del vostro deside­rio nel caso riusciste a realizzarlo. Con­vincetevi che non conviene realizzarlo a causa di tutti que­sti lati negativi. Immaginate, visualizzate, pensate intensamente a tutti i lati o aspetti negativi dell’oggetto del vostro desiderio, cercate di vederlo e pensarlo da tutti i punti di vista in modo molto negativo. Vi accorgerete “magicamente” che non valeva e non vale la pena raggiungerlo o realizzarlo. Allora quel deside­rio “cadrà”, non farà più presa in voi, non vi interesserà più. Se il deside­rio/attaccamento cadrà veramente, vi sentirete liberi, leggeri, in Pace, colmi di Serenità e Gioia di solo essere, di solo esistere, di solo vivere. Realizzerete così l’inutilità del de­siderare in se stesso, del desiderare troppo qualsiasi cosa e che l’infelicità che avevate era solo per un assurdo, inutile, dannoso desiderio/attaccamento.

Se l’oggetto del vostro desiderio “verrà a voi” dopo averlo “annullato” come vi ho indicato, sarete liberi di prenderlo come un dono. Allora potrete sce­gliere serenamente se ac­cettarlo o rifiu­tarlo, senza avere più l’ansia e l’agitazione dovute all’attaccamento che vi aveva resi ciechi, sordi e “perico­losi” cre­ando soffe­renza intorno a voi e nel mondo in generale. Compren­derete quindi che la Pace e l’Equilibrio nascono dal non desiderare troppo, nascono dall’eliminazione dell’ATTACCAMENTO.

Da questa “eliminazione” verrà automaticamente elimi­nata an­che la paura di perdere l’oggetto del vostro deside­rio/attaccamento, in quanto paura e desi­derio/attaccamento sono sempre insieme, sono i due lati della stessa medaglia. Quando nasce il desiderio/attaccamento nasce anche la paura… la paura di perdere o di non avere l’oggetto del vostro desiderio.  La paura, in se stessa, è sofferenza, fa soffrire. Pertanto, an­nullando l’oggetto del desiderio che fa nascere la paura, smetterete di soffrire.

Se non ci sono desideri, non possono esserci paure, è quindi impossibile percepire o avere sofferenze morali o “interiori”. La presenza in voi di paure, timori, ansie, preoccupazioni e soffe­renze sono quindi “segnali di allarme” che vogliono indicarvi qual­cosa. Tali “segnali” vogliono indicare che in voi vi é la presenza di un qualche desiderio o attaccamento. Perché solo il deside­rio/attaccamento fa nascere paure, timori, ansie, preoccupazioni, sofferenze, ecc.

Ma non dovete più temerli. Paure, timori, ansie, preoccupa­zioni e sofferenze possono infatti essere annullati ed eliminati comprendendo profondamente quanto vi ho detto ed agendo come vi ho indicato.

 

Ora sapete come è possibile annullare una certa paura

La paura, il timore, l’ansia, la preoccupazione, la sofferenza, ed altri stati negativi come l’impulsività, la rabbia, l’ira, l’odio, la gelosia, l’avidità, l’orgoglio, la violenza, ecc., sono potenti segnali di allarme che indicano sempre la presenza di certi desideri. Tutti questi “stati negativi” nascono sempre da desideri e attaccamenti.

Se vi trovate anche in uno solo di questi “stati negativi”, è possibile annullarlo o annullarli tutti. In che modo? Cercando “dentro di voi” il desiderio/attaccamento che li ha generati. Dopo averlo trovato, potete eliminare quel desiderio/attaccamento ese­guendo i “passi precedenti”, ossia vedendo tutti i lati ne­gativi dell’oggetto del vostro desiderio insieme ai sacrifici e alle grandi difficoltà che dovrete affrontare per ottenerlo e mantenerlo. Po­tete inoltre perdonare e farvi perdonare nel modo giusto, come vi ho indicato nel mio libro “IL PERDONO CONSAPEVOLE”.

 

 

Perdonando, facendovi perdonare ed annullando desideri e attaccamenti che vi fanno soffrire, è possibile evitare azioni errate ed anche crimini più o meno gravi. Con tale “annullamento” si possono prevenire moltissime sofferenze in voi e molte “cose in­giuste” ovvero infinite “ingiustizie” nel mondo intero. Annullando desideri/attaccamenti si possono prevenire e guarire anche cancri, gravi disturbi e malattie.

Le tensioni/sofferenze, anche impercettibili, provenienti dall’in-separabile coppia desiderio/paura, si accumulano nel corpo. Queste tensioni si trasformano in stress cronico e diventano infine evidenti e “percettibili” sotto forma di dolori, invalidità, disfunzioni e malattie.

Tali tensioni sono causate da paure, timori, ansie, preoccupa­zioni, pensieri negativi, mancanza di Perdono Consapevole e “ve­leni interiori” (ira, rabbia, odio, gelosia, avidità e orgoglio). Que­ste tensioni, questi “stati negativi” e “veleni interiori”, lavorano dentro di voi, nelle vostre menti, giorno e notte, anche nel sonno e, se si protraggono troppo nel tempo, si vanno a registrare nel vostro subconscio o “karma” generando accumuli di tensioni tal­mente elevate che possono mandare in “tilt” i vostri “centri o si­stemi di controllo”, specie il sistema endocrino. L’accumulo di queste tensioni è infatti in grado di squilibrare l’intero sistema en­docrino ormonale. Tutti i medici sanno che dallo squilibrio del si­stema endocrino ormonale si vengono a creare tutti i disturbi, tutte le invalidità e tutte le malattie esistenti sulla Terra.

 

Il Capitolo che avete appena letto è estratto dal libro “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” del Maestro Isha Babaji che è possibile acquistare ai link che trovate qui sotto:

 

 

– Acquista “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” da Macrolibrarsi
 
– Acquista “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” da La Feltrinelli
 
– Acquista “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” da Mondadori
 
– Acquista “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” da Youcanprint
 
– Acquista “LA LEGGE ETERNA DELL’AMORE” da Amazon

 

www.laviadiuscita.net

 
 
 

image_printStampa il Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.