I ghiacciai si stanno sciogliendo a velocità impressionante

10 miliardi di tonnellate di ghiaccio che si sciolgono in appena 24 ore, uno dei giorni più tristi della storia della Groenlandia. Luglio 2019 è stato il mese più caldo di sempre: a rivelarlo è stato uno studio del Copernicus Climate Change Service che ha evidenziato come le temperature medie della Terra siano oggi di 1,2 gradi sopra i livelli dell’era preindustriale. Una differenza che ai meno esperti può sembrare piccola, ma che in realtà ha conseguenze gigantesche sul nostro pianeta.

Nelle immagini riprese dal documentarista Caspar Haarløv si vedono a occhio nudo gli effetti del riscaldamento globale: i poli sono le aree del pianeta che per prime risentono del riscaldamento, basti pensare che quest’anno in Groenlandia si sono raggiunti i 22 gradi, una temperatura decisamente insostenibile per gli ecosistemi del luogo. La Groenlandia è infatti ricoperta per l’82% dal permafrost, uno strato di neve perenne che rappresenta l’habitat di diverse specie animali e anche di alcune popolazioni che sopravvivono grazie a esse. Durante l’inverno poi le nevicate sono state molto poche, privando la terra della neve fresca utile da strato protettivo per il permafrost.

E mentre in Siberia è già bruciata un’area di foreste grande quanto il Belgio, qui sono già 240 i miliardi di tonnellate di ghiaccio sciolti dall’inizio dell’anno. Secondo gli esperti, il repentino scioglimento dei ghiacci della sola Groenlandia farà innalzare le acque oceaniche tra i 5 e i 33 centimetri. E se questi ritmi rimarranno invariati, città italiane come Venezia, Trieste e Ravenna finiranno per essere completamente sommerse.

Che cosa sta realmente accadendo?

C’è una cosa molto importante da comprendere riguardo ciò che sta accadendo sul Pianeta. Si sente sempre parlare di CO2 come causa primaria del riscaldamento globale. E’ infatti convinzione di tutti che l’effetto serra sia dovuto alla CO2, quando invece è principalmente la distruzione della Fascia di Ozono il principale, potentissimo “innalzatore” delle temperature ossia del riscaldamento globale. Nessuno scienziato al mondo aveva previsto o denunciato questo velocissimo, potentissimo innalzamento con i conseguenti disastri che ora stanno avvenendo. Perché?

Perché gli scienziati corrotti dal sistema si sono fissati sulla CO2 per nascondere la vera causa dell’impennata del riscaldamento globale. Sono infatti pagati dal sistema (corporation e governi corrotti) per mentire. Se dicessero la verità sulla distruzione della Fascia di Ozono, ci sarebbe “domani” la rivoluzione globale. Corporation e governi sarebbero costretti ad annullare i voli dei razzi che trasportano satelliti per le comunicazioni militari, civili, per il “controllo globale”, razzi che, come carburanti, utilizzano cloro, fluoro, ecc., che sono gas distruggi-Ozono. Pertanto, se dicessero la verità, tutto il settore bellico-militare e delle telecomunicazioni verrebbe bloccato, come pure verrebbero bloccati e vietati i pesticidi e gli erbicidi e moltissimi altri prodotti industriali che, contenendo i gas distruggi-Ozono ossia cloro, fluoro, ecc., salendo in alta atmosfera, vanno anch’essi a distruggere la Fascia di Ozono.

Ecco perché, per i soliti interessi militari, bellici, politici, economici e commerciali, le multinazionali e i banchieri (corporation) pagano scienziati, climatologi, mass media ufficiali e politici, ecc., per non dire la verità deviando l’attenzione degli ignari cittadini sulla “super-tassata” CO2, che è solo un “capro-espiatorio” utile per continuare a speculare e guadagnare a danno dell”integrità della Fascia di Ozono. Essa è quasi del tutto distrutta e i buchi nell’Ozono si sono ampliati raggiungendo la California.

Potete approfondire nel dettaglio questo argomento leggendo un importantissimo post che abbiamo pubblicato già 2 anni fa dal titolo:

I cancerogeni, mortali raggi UVB e UVC stanno bruciando il pianeta. https://laviadiuscita.net/cancerogeni-mortali-raggi-uvb-e-uvc-stanno-bruciando-il-pianeta/ .

Vi invitiamo inoltre a leggere attentamente l’eBook (in formato PDF) “L’ULTIMO SOS“, che potete scaricare gratuitamente cliccando sulla copertina che trovate qui sotto:

Non c’è più tempo! Cosa fare?

Sono anni che stiamo avvisando l’Umanità sulla gravità dei cambiamenti climatici. Il Maestro Isha Babaji già più di 20 anni fà aveva detto che, se non vi fosse stato un “cambio di rotta”, Pianeta ed Umanità sarebbero andati verso la propria auto-distruzione, per molte problematiche tra cui in primis i gravissimi squilibri e sconvolgimenti climatici. Alcuni di questi gravi eventi climatici che si stanno verificando li potete conoscere leggendo gli articoli che trovate a questo link: https://laviadiuscita.net/category/distruzione-fascia-ozono-effetto-serra/ ).

I governi ci tengono all’oscuro di quanto sta realmente accadendo, proteggono in mille modi gli interessi delle “ attività inquinanti” e dei micidiali prodotti delle multinazionali che hanno generato lo squilibrio globale, l’impazzimento dei climi, la morte di 200 specie animali al giorno, l’estinzione delle api, e tutto ciò che di negativo e distruttivo esiste al mondo.

Il Protocollo di Kyoto, che doveva servire a risolvere il grave problema dell’effetto serra limitando tutte le attività inquinanti, è stato calpestato da tutti i governi del mondo. Pertanto, i governi, essendo corrotti dalle multinazionali e dalle corporation, non solo non ci possono aiutare, né risolvere i comuni problemi dei cittadini, ma ci stanno portando verso la distruzione totale che tutti possono quotidianamente testimoniare. Solo noi, cittadini uniti e bene organizzati, potremo quindi far “cambiare rotta”, risolvere tutti i nostri comuni problemi che i governi ci infliggono da secoli ed “evitare il peggio”.

Organizziamoci e agiamo… ORA! Ma “ORA”, se ce la vogliamo fare veramente. Salviamo quindi l’ambiente, perché se non lo si salva al più presto ci auto-distruggeremo come civiltà e Pianeta. Questa è l’Emergenza primaria da risolvere.

“SE  NON SI SALVA SUBITO L’AMBIENTE,
PER NESSUNO POTRA’ ESSERCI UN FUTURO” 

Isha Babaji

Nel nostro sito www.laviadiuscita.net sono indicate le giuste strategie ed i progetti che possono evitare la totale distruzione della Fascia di Ozono e la conseguente estinzione di Pianeta e Umanità. Siamo ancora in tempo a non auto-distruggerci, ma occorre procedere velocemente.

Chiediamo quindi la collaborazione di cittadini, associazioni e organizzazioni umanitarie, ambientaliste, ecologiste, ecc., affinché si possa agire tutti uniti insieme e al più presto per riparare i Buchi nell’Ozono. In che modo? Attraverso il “Progetto Spirulina” ideato dal Maestro di Vita e Amore Isha Babaji.

Il “Progetto Spirulina” è un meraviglioso Progetto volto a creare molto Ossigeno nell’alta atmosfera e sulla Terra, per rigenerare la Fascia di Ozono (O3) distrutta e salvare Pianeta e Umanità da un’imminente “Sesta Estinzione” denunciata con prove evidenti e schiaccianti da tutti gli scienziati e ricercatori indipendenti del mondo.

Per conoscere il Progetto Spirulina e le indicazioni date dal Maestro Isha Babaji per salvare Pianeta e Umanità, andate ai link riportati qui sotto:

– Progetto Spirulina
https://laviadiuscita.net/progetto-spirulina/

– DOSSIER SPIRULINA, L’ALGA CHE SALVERA’ IL PIANETA
https://laviadiuscita.net/dossier-spirulina-lalga-che-salvera-il-pianeta/

– PIANO DELLE AZIONI NECESSARIE PER SALVARE II PIANETA E L’UMANITA’. A CHI CHIEDERE AIUTO?
https://laviadiuscita.net/wp-content/uploads/2017/07/PIANO-DEGLI-EVENTI-PER-LA-SALVEZZA-DELLA-TERRA.pdf

– INFORMIAMOCI, ORGANIZZIAMOCI ED AGIAMO ATTRAVERSO I G.I.C. (Gruppi Isha di Consapevolezza)
https://laviadiuscita.net/organizziamoci-creando-gruppi-isha-di-consapevolezza-g-c/

Per richieste di collaborazione:
Associazione SUM – Stati/Popoli Uniti del Mondo
e-mail: statiunitidelmondo@tin.it – info@laviadiuscita.net

www.laviadiuscita.net

image_printStampa il Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.