magnify
Home O.G.M. Nati negli Stati Uniti bambini “geneticamente modificati”

Nati negli Stati Uniti bambini “geneticamente modificati”

di Michael Hanlon, Daily Mail
 


 

I bambini sono nati da donne che avevano problemi di concepimento. Geni extra da un donatore di sesso femminile sono stati inseriti nei loro ovuli prima di essere fecondati, nel tentativo di consentire loro di concepire.
 
Prove di impronta genetica su due bambini di un anno confermano che hanno ereditato il DNA da tre adulti – due donne e un uomo.
Il fatto che i bambini hanno ereditato geni in più e che tali geni si sono integrati nel loro “patrimonio genetico” significa che essi, a loro volta, potranno essere in grado di trasmetterli alla loro prole.
Alterare la linea genetica umana – ovvero “armeggiare” con la costituzione stessa della nostra specie – è una tecnica evitata dalla stragrande maggioranza degli scienziati del mondo.
I genetisti temono che un giorno questo metodo potrebbe essere usato per creare nuove razze di esseri umani, con caratteristiche extra desiderate, come forza o intelligenza.
 
Scrivendo sulla rivista Human Reproduction, i ricercatori, guidati dal professor Jacques Cohen, dicono che questo “è il primo caso umano di modificazione genetica germinale che ha avuto come conseguenza bambini nati sani e normali”.
 
Alcuni esperti hanno severamente criticato gli esperimenti. Lord Winston, dell’Ospedale Hammersmith a ovest di Londra, ha dichiarato alla BBC ieri: “Per quanto riguarda il trattamento della infertilità, non vi è alcuna prova che questa sia una tecnica valida… Sono molto sorpreso del fatto che è sia stata utilizzata. Non sarebbe certamente consentito in Gran Bretagna”.
 
John Smeaton, direttore nazionale della Society for the Protection of Unborn Children (Società per la protezione dei bambini non nati), ha detto: “Sia ha enorme simpatia per le coppie che soffrono di problemi di infertilità. Ma questo sembra essere un ulteriore esempio del fatto che l’intero processo di fecondazione in vitro come mezzo di concepire neonati conduce a bambini che sono considerati come oggetti su una linea di produzione. Si tratta di un ulteriore passo avanti molto preoccupante sulla strada sbagliata per l’umanità”.
 
Il Prof. Cohen ed i suoi colleghi hanno diagnosticato che le donne erano sterili perché avevano un difetto legato ai mitocondri.
Hanno preso le uova da parte dei donatori e, utilizzando un ago sottile, hanno risucchiato parte del materiale interno – contenente mitocondri “sani” – successivamente iniettato negli ovuli delle donne che volevano essere in grado di concepire.
 
Poiché i geni contengono mitocondri, i bambini provenienti dal trattamento hanno ereditato il DNA da entrambe le donne. Questi geni possono essere passati nella linea germinale lungo la linea materna.
Un portavoce per la fertilizzazione umana e l’embriologia (HFEA), che regola la tecnologia di “fecondazione assistita” in Gran Bretagna, ha detto che non sarebbe legale la tecnica utilizzata in quanto causa l’alterazione della linea germinale.
 
Jacques Cohen è considerato come uno scienziato brillante ma controverso che ha spinto i confini delle tecnologie di riproduzione assistita.
Ha sviluppato una tecnica che permette ad uomini infertili di avere propri figli, iniettando il DNA dello sperma direttamente in un ovulo in laboratorio.
 
Prima di questo, solo le donne infertili sono stati in grado di concepire utilizzando la fecondazione in vitro. L’anno scorso, il professor Cohen ha detto che la sua esperienza gli avrebbe permesso di clonare i bambini – una prospettiva trattata con orrore da parte della comunità scientifica ufficiale.
“Sarebbe il lavoro di un pomeriggio per uno dei miei studenti”, ha detto, aggiungendo che era stato avvicinato da “almeno tre” individui che desiderano creare un bambino clonato, ma aveva rifiutato le loro richieste.
 
Uno dei tanti rischi legati all’ingegneria genetica è appunto il pericolo che le mutazioni genetiche si ripercuotano sulla discendenza rendendo tali “anomalie” incontrollabili. Inoltre così come ampiamente provato dalla scienza indipendente il risultati di un’alterazione o modifica genetica sono imprevedibili.
 
Per conoscere tutti i danni causati da semi e cibi transgenici, quali sono le alternative e le possibili vie d’uscita, scaricate l’eBook gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici” Cliccando qui

 
 

CAMPAGNE CONTRO GLI OGM
DELL’ASSOCIAZIONE SUM E LAVIADIUSCITA.NET

 

Laviadiuscita.net é un’iniziativa dell’Associazione SUM. Essa si batte contro gli OGM da quando sono nati. Abbiamo ideato e promosso i più importanti Convegni Internazionali in Italia e all’estero per diffondere le giuste informazioni e denunciare la pericolosità degli OGM, che sono tra gli elementi più pericolosi della Terra, a livello di genocidio mondiale. L’ultimo Convegno avvenuto in Italia é stato quello fatto a Lecce il 20 Febbraio 2010, intitolato “PUGLIA LIBERA DA OGM”. E’ possibile vedere i video su YOU TUBE di questo nostro Convegno dove hanno partecipato i più grandi esperti mondiali, scienziati, ricercatori e contadini che hanno avvisato l’Umanità sulla estrema pericolosità degli OGM.

 
 

CONVEGNO
“PUGLIA LIBERA DA OGM”

 

L’inviolabilità della memoria genetica di tutti gli esseri viventi
per uno sviluppo rurale agroecologico a tutela dei diritti umani.

 

20 febbraio 2010
Castello Carlo V – Salone Maria d’Enghein – Lecce

 

L’Associazione S.U.M., in collaborazione con il Comune di Lecce, ha organizzato questo convegno nell’ambito della sua Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM” ideata e promossa in seguito all’entrata in vigore, dal 1° gennaio 2009, del nuovo Regolamento Europeo 834/2007 che estende anche ai prodotti biologici la soglia di tolleranza dello 0,9% di OGM, senza obbligo di segnalarlo in etichetta, come già avviene da anni negli alimenti e mangimi convenzionali.
Il Convegno è stato un importante momento di informazione e di aggregazione delle forze anti-OGM: tra i relatori invitati erano infatti presenti ricercatori indipendenti di fama internazionale e studiosi che hanno presentato i risultati delle loro ricerche sugli OGM.
L’incontro è stato anche occasione per dare voce alla testimonianza diretta di chi ha già sperimentato i danni causati dalla coltivazione degli OGM in altre parti del mondo.
Alla Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM” hanno già aderito, con delibera, più del 40% dei comuni pugliesi (258), vari enti e associazioni e migliaia di cittadini. L’Associazione SUM ha presentato queste adesioni alla Regione Puglia per testimoniare la volontà di avere una Puglia libera da OGM.
L’Associazione SUM continua a promuovere la Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM”, le delibere di adesione dei comuni sono in continuo aumento.

 

Visualizza il programma del Convegno

Visualizza il manifesto del Convegno

Visualizza il volantino del Convegno
 
 
VIDEO DEL CONVEGNO
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 1
http://youtu.be/oVGp-TPbtJQ
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 2
http://youtu.be/cFqHSCB3Pi0
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 3
http://youtu.be/eLD4gtqFpYw
 
CONVEGNO PUGLIA LIBERA DA OGM
(Salento WebTv)

http://www.youtube.com/watch?v=SmZjJReB744
 
 
Per richiedere il DVD del CONVEGNO contattare:
Associazione S.U.M. – Stati (Popoli) Uniti del Mondo
Casella Postale n° 4 – 73024 MAGLIE (Le) – tel. 0836/484851
statiunitidelmondo@tin.it

 
 

Per conoscere tutti i danni causati da semi e cibi transgenici, quali sono le alternative e le possibili vie d’uscita, scaricate l’eBook gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici” Cliccando qui

 

ATTENZIONE:

 ;

ENTRO QUEST’ANNO SARA’ PRESENTATO IL “PROGETTO COMUNE SANO” PER AVERE COMUNI LIBERI DA OGM E DA OGNI ALTRO TIPO DI INQUINAMENTO NOCIVO ALLA SALUTE E ALL’AMBIENTE.
 
VAI ALLA PAGINA “SOS TERRA” PER LEGGERE LA BREVE PRESENTAZIONE DI QUESTO IMPORTANTE PROGETTO.
 

SOSTIENICI E
RIMANI SINTONIZZATO

 
www.laviadiuscita.net

 


Fonte: http://www.dailymail.co.uk/news/article-43767/Worlds-GM-babies-born.html#ixzz2Y60V9yrw
 
 

Print Friendly

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Leave a Reply

Your email address will not be published.