ECCO COSA STA ACCADENDO IN CALIFORNIA A CAUSA DELLA DISTRUZIONE DELLA FASCIA DI OZONO Brucia la California, i roghi non saranno domati prima di Settembre.

 

La California continua a vivere un periodo critico a causa degli incendi: dopo l’estate terribile del 2017 quest’anno la situazione è addirittura peggiore e l’incendio in atto è il piu’ esteso della storia del Paese. Il gigantesco rogo è nato dall’unione di due fronti di fuoco, il Ranch Fire e il River Fire e ha già bruciato una superficie maggiore di quella di New York e quasi pari a quella di Los Angeles. Sono andati in fumo 115mila ettari di bosco ed i vigili del fuoco sono riusciti a contenerlo solo per il 30%…

 

Allarme incendi in California, dove due focali si sono uniti diventando quello che le autorità definiscono il rogo più grande nella storia dello stato americano.
 
Secondo CalFire le fiamme sono state contenute appena per il 30% e non verranno domate completamente prima della prossima settimana. “Siamo alla mercé del vento“, ha riconosciuto il capitano Thanh Nguyen, portavoce di Cal Fire nella contea di Lake.
 
L’incendio, ribattezzato Mendoncino Complex, è nato dall’unione di due fronti, il Ranch Fire e il River Fire. Alte temperature, condizioni di siccità e forti venti hanno alimentato le fiamme che fin’ora hanno inghiottito 114.850 ettari di terreno, la superficie di Los Angeles.
 
Il fuoco è più grande di Thomas Fire che colpì il sud della California nel 2017, mandando in fumo una superficie di 1.140,78 chilometri quadrati.
Qui sotto potete vedere il video delle devastanti conseguenze di “Thomas Fire” nel 2017.
 
 

 
 
Migliaia di vigili del fuoco stanno attualmente combattendo diversi incendi in tutto lo stato e nello stato di Washington a nord. Nell’area di Shasta County un terzo incendio, denominato Carr Fire, finora è costato la vita a sette persone.
 
Scott Mclean, vice direttore di Cal Fire, l’agenzia antincendio dello Stato, ha dichiarato: “Abbiamo molta acqua per combattere questi incendi, ma siamo chiari: è il nostro clima che sta cambiando e che porta a incendi più gravi e distruttivi”
 
Fonte: Meteoweb
 
 
Esattamente un anno fa abbiamo pubblicato un articolo su www.laviadiuscita.net che spiegava ed annunciava ciò che sta accadendo sul Pianeta a causa della distruzione della fascia di ozono che protegge la Terra dai pericolosi raggi UVB e UVC. A causa di questo gravissimo danno, i raggi UVB e UVC che penetrano nell’atmosfera e colpiscono la superficie terrestre sono aumentati del 1400%. Se non si fa qualcosa per fermare e rimediare alla distruzione del mantello di ozono, le conseguenze per Pianeta e Umanità sono e saranno gravissime (questi incendi in California ne sono la testimonianza).
 
COSA POSSIAMO FARE?
 
INFORMIAMOCI…
 
Iniziamo con l’informarci leggendo gli articoli che trovate ai link riportati qui sotto. In questi articoli vengono riportate informazioni che i mass-media “mainstream” non divulgano in quanto corrotti e manipolati.
 
– I cancerogeni, mortali raggi UVB e UVC stanno bruciando il pianeta
https://laviadiuscita.net/cancerogeni-mortali-raggi-uvb-e-uvc-stanno-bruciando-il-pianeta/
 
– S.O.S. TERRA La Corrente del Golfo si sta fermando. Il Pianeta e l’Umanità sono in pericolo!
https://laviadiuscita.net/s-o-s-terra-la-corrente-del-golfo-si-sta-fermando-il-pianeta-e-lumanita-sono-in-pericolo/
 
– A CAUSA DELLA DISTRUZIONE DELLA FASCIA DI OZONO, L’ITALIA E IL MONDO SONO IN FIAMME
https://laviadiuscita.net/causa-della-distruzione-della-fascia-di-ozono-litalia-e-il-mondo-sono-fiamme/
 
– 33°C al di sopra del circolo polare Artico: incendi e caldo record anomalo
https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/28364-circolo-polare-artico-incendi-caldo-record
 
– La grande corrente del Golfo si sta spegnendo. Mai così debole da 1600 anni
https://laviadiuscita.net/la-grande-corrente-del-golfo-si-sta-spegnendo-mai-cosi-debole-da-1600-anni/
 
– Riguardo le conseguenze dell’arresto della Corrente del Golfo consigliamo di vedere il film – The day after tomorrow – L’alba del giorno dopo – DVD Film
https://www.amazon.it/
 
– Imminente un collasso dell’ozonosfera a causa delle attività di geoingegneria clandestina?
https://laviadiuscita.net/imminente-un-collasso-dellozonosfera-causa-delle-attivita-di-geoingegneria-clandestina/
 
…E AGIAMO SUBITO!
 
Nel nostro sito www.laviadiuscita.net sono indicate le giuste strategie ed i progetti che possono evitare la totale distruzione della Fascia di Ozono e la conseguente estinzione di Pianeta e Umanità. Siamo ancora in tempo a non auto-distruggerci, ma occorre procedere velocemente.
Chiediamo quindi la collaborazione di cittadini, associazioni e organizzazioni umanitarie, ambientaliste, ecologiste, ecc., affinché si possa agire tutti uniti insieme e al più presto per riparare i Buchi nell’Ozono. In che modo? Attraverso il “Progetto Spirulina” ideato dal Maestro di Vita e Amore Isha Babaji, un meraviglioso Progetto volto a creare molto Ossigeno nell’alta atmosfera e sulla Terra, per rigenerare la Fascia di Ozono distrutta e salvare Pianeta e Umanità.
 
Per conoscere il Progetto Spirulina e le indicazioni date dal Maestro Isha Babaji per salvare Pianeta e Umanità, andate ai link riportati qui sotto:
 
 
– Progetto Spirulina
https://laviadiuscita.net/progetto-spirulina/
 
– DOSSIER SPIRULINA, L’ALGA CHE SALVERA’ IL PIANETA
https://laviadiuscita.net/dossier-spirulina-lalga-che-salvera-il-pianeta/
 
– PIANO DELLE AZIONI NECESSARIE PER SALVARE II PIANETA E L’UMANITA’. A CHI CHIEDERE AIUTO?
https://laviadiuscita.net/wp-content/uploads/2017/07/PIANO-DEGLI-EVENTI-PER-LA-SALVEZZA-DELLA-TERRA.pdf
 
 
 

“Con il denaro e per il denaro si sta distruggendo il mondo. Con lo stesso denaro, rivolto nella direzione giusta,
lo si può salvare”
 
Isha Babaji

 
 

Per coloro che vogliono sostenere i nostri Progetti:
 
Associazione S.U.M. – Stati Uniti del Mondo
Banca CREDEM – Agenzia di Maglie (Le)
CODICE IBAN: IT42U0303279720010000000424
 
 

www.laviadiuscita.net

 
 

image_printStampa il Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.