Ogni anno introduciamo nel nostro corpo circa 3 kg di sostanze tossiche

La nostra salute è messa seriamente in pericolo a causa della grande quantità di pesticidi, erbicidi, fertilizzanti ecc. che ogni giorno introduciamo, spesso inconsapevolmente, nel nostro organismo. Difatti queste sostanze altamente e dichiaratamente tossiche hanno ormai inquinato buona parte dell’ambiente in cui viviamo, avvelenando terre, falde acquifere, fiumi ecc…


 

In ogni alimento possono essere presenti da tre fino a nove sostanze chimiche diverse (pesticidi, erbicidi ecc…) che interagendo tra di esse possono diventare per sinergia “mille volte” più tossiche e cancerogene rispetto alla singola sostanza chimica. In un anno, per intenderci, un uomo medio con una alimentazione non biologica, ossia tradizionale, accumula 3 kg di sostanze chimiche e l’organismo umano non riesce a far fronte alla quantità delle predette sostanze introdotte con gli alimenti.
 
Queste pericolose sostanze chimiche si fermano per mesi e per anni depositandosi soprattutto nei tessuti grassi e negli organi che hanno una componente prevalentemente lipidica, come il tessuto adiposo e le ghiandole endocrine, provocando squilibri che si ripercuotono su tutte le funzioni dell’organismo (ciclo mestruale, pressione arteriosa, metabolismo, sistema immunitario e conseguenti allergie, sclerosi, cancro, ecc…).
 
Anche i neonati vengono a contatto con tutti questi veleni; nei primi mesi di vita fegato e sistema immunitario non sono ancora maturi per cui il contatto con queste sostanze provoca ai piccoli organismi danni ancora maggiori.
 
Pesticidi, erbicidi e fertilizzanti si riversano anche nelle falde acquifere e quindi nei nostri rubinetti di casa. I filtri per l’acqua non possono eliminare del tutto queste sostanze chimiche. Pertanto pesticidi, erbicidi, nitrati cancerogeni (fertilizzanti) presenti nelle acque “potabili” (ovvero quelle che utilizziamo per cucinare le nostre pietanze) si fissano sui cibi che cuociamo con questa stesse acque.
 
Perfino le costose acque minerali rilevano la presenza di quasi tutti i più micidiali pesticidi, erbicidi, solventi chimici, cloro, atrazina, DDT, diossina, fluoro, ecc. Fino a 20 ed oltre di questi micidiali veleni non vengono dichiarati sulle etichette, ma risultano dalle analisi ufficiali degli organi di controllo, che tutti possono avere su richiesta.
 
E la situazione in Italia è davvero grave. Infatti siamo il primo Paese in Europa per impiego di pesticidi!!!
 
Infatti nell’articolo del 9 Aprile 2013 di Ilaria Lonigro apparso su “Il Fatto Quotidiano” leggiamo che : (…)Metà delle acque di laghi e fiumi italiani è contaminata da pesticidi. E aumenta il numero di sostanze pericolose trovate nelle acque, sia superficiali che sotterranee: nel 2010 sono stati individuati ben 166 tipi diversi di pesticidi, a fronte dei 118 del biennio 2007-2008.(…)
 
(…)Il 55,1 per cento delle acque superficiali (fiumi, laghi e paludi) e il 28,2 per cento di quelle sotterranee sono contaminati. A rischio sono sia gli organismi acquatici che l’uomo, esposto ai contaminanti attraverso il cibo e l’acqua. Le “acque utilizzate per scopo potabile – fa infatti sapere l’Ispra – spesso attingono agli stessi corpi idrici” degli ecosistemi acquatici. E superano i livelli massimi di pesticidi consentiti per le acque potabili il 34,4 per cento delle acque superficiali analizzate e il 12,3 di quelle sotterranee(…).
 
(…)Sotto accusa è soprattutto la nostra agricoltura, che detiene il record europeo di quantità d’impiego di fitosanitari: 5,6 chili per ettaro (dati Istat), 350 sostanze tossiche diverse, 140mila tonnellate all’anno, che da sole fanno il 33 per cento del totale usato in tutta l’Unione europea.
 
Nelle acque ci sono anche sostanze fuori commercio da anni, come le triazine atrazina e simazina. (…)

 
È di vitale importanza tutelarci ed iniziare una vera e propria “inversione di rotta” che ognuno di noi può fare nel suo piccolo. A partire da una scelta più consapevole riguardo alla nostra spesa “alimentare”. Acquistiamo e consumiamo frutta, verdura e cibi privi di pesticidi, erbicidi, OGM e concimi chimici, ossia i cosiddetti cibi biologici o “organici”. Facciamolo anche e soprattutto per i nostri figli; che Mondo gli lasceremo? Che “eredità” spetterà loro? Pagheranno loro il conto di tutti i nostri errori?
 
Noi della “Via di Uscita” (www.laviadiuscita.net) continueremo a darvi tutte le informazioni di cui veniamo a conoscenza ed a rendervi partecipi delle iniziative e Progetti che organizzeremo.
 
Iniziamo da subito col regalarvi un: e-book gratuito dal titolo “Sai cosa causano alla salute PESTICIDI, ERBICIDI E CONCIMI CHIMICI?” che abbiamo realizzato grazie ad anni di ricerche e studi.
Per scaricare gratuitamente questo e-book, che riporta anche quali sono le alternative all’ “agricoltura chimica”, Clicca qui
 
Se volete, divulgate questo articolo, per far arrivare queste importanti informazioni anche ai vostri parenti ed amici, che a loro volta potranno scegliere se condividerle con altri.
Per scaricare gratuitamente l’ e-book “Sai cosa causano alla salute PESTICIDI, ERBICIDI E CONCIMI CHIMICI? Clicca qui

 

www.laviadiuscita.net

 
 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.