1

Nunzia Alessandra Schilirò, il Vice Questore di Roma che ama Gandhi intervista di Red Ronnie 28.9.21

Finalmente tutta la verità su greenpass incostituzionale, vaccini che uccidono realmente le persone con tanto di prove e denunce, ecc., è stata detta da uno dei maggiori rappresentanti delle forze dell’Ordine, la Vice Questore di Roma Nunzia Alessandra Schilirò.

Vi riportiamo l'”illuminante” intervista fatta al Vice Questore di Roma da parte di Red Ronnie. Buona visione a tutti.

Parole di Red Ronnie dopo l’intervista fatta al Vice Questore di Roma Nunzia Alessandra Schilirò:

Mentre esco dalla casa di Nunzia Alessandra Schilirò vedo due persone, un uomo e una donna, che passando mi guardano con attenzione. Nunzia mi dirà poi che erano i suoi superiori che andavano a notificarle il provvedimento disciplinare per sospensione-esclusione dal servizio. Nandra, come chiamano gli amici la Schilirò, è il vice Questore di Roma che sabato 25 settembre a Roma, in Piazza San Giovanni, ha parlato da libera cittadina davanti a 100.000 manifestanti. Ha citato Gandhi, il suo modo pacifico di protestare e ha detto che il pass verde è incostituzionale. Bufera mediatica.

Tutti l’hanno cercata per intervistarla. Lei si è trovata in un frullatore e ha accettato solo una minima parte delle richieste. Anche io l’ho cercata per scoprire che avevo ospitato sua sorella cantautrice, Samuela Schilirò, in un mio programma. Essendo a Roma l’ho raggiunta a casa sua e, Golia permettendo, abbiamo fatto una lunga e splendida conversazione. Golia è la sua splendida enorme cagnolona, un pastore tedesco affettuosissima.

Nandra ha diretto dal 2014 al 2018 la quarta sezione della squadra mobile di Roma, che si occupa di reati sessuali contro le donne, i minori e le fasce vulnerabili. Ha coordinato il progetto “Questo non è amore” per la provincia di Roma, per prevenire e reprimere il fenomeno della violenza di genere, e le operazioni per combattere il bullismo nelle scuole. Nel 2017, ha vinto il premio Simpatia, per aver coordinato l’équipe romana del progetto “Questo non è amore”, il premio Pavoncella e il premio Sicurezza per il suo impegno contro la violenza di genere. Ha risolto alcuni dei casi di violenza che hanno colpito l’opinione pubblica. Tanto che la Polizia l’ha scelta come “immagine” da mandare in televisione e convegni.

Improvvisamente, da poliziotta modella a ribelle, accusata persino di violenza quando lei ha parlato solo di Gandhi e nel 2018 col suo saggio “Soli nella notte dell’anima” ha vinto il “Books for peace (Libri per la pace)” Mi sono trovato davanti una ragazza dolce quanto determinata, decisa a difendere quella Costituzione sulla quale ha giurato. Ma ciò che mi ha colpito maggiormente è la sua spiritualità che le fa vedere ben oltre la vita che stiamo vivendo. Ha anche una grande passione, oltre che per la giustizia, per la scrittura. Infatti Byoblu le ha appena ripubblicato “La ragazza con la rotella in più”, un libro che, nonostante il grande successo, era sparito misteriosamente dalle librerie. Nel retro copertina c’è scritto: “Ti porta fuori dall’inferno solo chi l’ha vissuto prima di te. Ogni risveglio lo si deve a un altro, che crede in noi prima di noi”.

Byoblu ha anche lanciato una petizione: “Sabato 25 settembre a Roma, in piazza San Giovanni, c’erano centomila persone. La vicequestore di Roma, dott.ssa Nunzia Alessandra Schilirò, senza uniforme, da libera cittadina, al di fuori del suo orario di lavoro e nel corso di una manifestazione apartitica, è salita sul palco. Con coraggio e amore per i valori costituzionali che ha giurato di difendere, ha fatto il discorso che potete vedere sul video in cima a questo appello. Ma il Ministro dell’Interno, dott.ssa Luciana Lamorgese, anziché essere fiera di annoverare tra le fila delle forze dell’ordine una cittadina con un così alto senso di partecipazione civica, ha parlato di “dichiarazioni gravissime” e ha preteso che per la vicequestore venisse avviato addirittura un procedimento penale. Nunzia Alessandra Schilirò ha un curriculum fulgido e si è distinta negli anni per avere risolto numerosi casi di femminicidio, spendendosi sempre con abnegazione e senso del dovere. Non merita questo trattamento, lesivo peraltro dei suoi diritti costituzionali. Per questo, i cittadini firmatari del presente appello, chiedono che qualsiasi procedimento, penale, amministrativo o disciplinare che fosse stato ipotizzato a suo carico, venga immediatamente sospeso per non ledere l’immagine dello Stato, che non deve essere ingiusto con i giusti né forte con i deboli.” In poche ore sono state raggiunte 50.000 firme.

Trovi l’appello a questo link: https://go.byoblu.com/IoStoConNunzia

Stiamo vivendo un periodo assurdo, ma incontrare persone come Nunzia Alessandra Schilirò, Nandra per gli amici, ti dà la sensazione che le ombre buie che vogliono avvolgerci si stanno dissolvendo.

Questo è il momento in cui bisogna fare ciò che è Giusto e non ciò che ci conviene, ed ognuno di noi deve fare la sua parte. Vi invitiamo pertanto a scaricare, leggere e condividere l’eBook gratuito intitolato: “PERCHE’ CHIAMARLA PANDEMIA?” ed un importante volantino che lo presenta, pubblicati sul nostro sito. In questo eBook viene rivelata tutta la verità su ciò che sta accadendo e qual è la Soluzione per cambiare il corrotto Sistema che ci sta facendo sprofondare in un abisso.

Condividete con più persone possibili il volantino e l’eBook che potete scaricare gratuitamente al link che trovate qui sotto o cliccando sulle rispettive foto:

https://laviadiuscita.net/covid-19-perche-chiamarla-pandemia-nuovo-ebook-gratuito/

www.laviadiuscita.net