Anni fa la Russia ha studiato gli effetti biologici dei forni a microonde … poi li ha vietati

postato in: SALUTE e BENESSERE | 0

Piccoli accorgimenti che possono migliorare la salute in “Tempo di Covid”. I forni a microonde peggiorano la salute. Le microonde dei forni emanano 2,4 Giga Hertz, sorpassano le barriere dei muri di cemento e causano gravi malattie anche a chi, nei vicini appartamenti, non possiede questi forni.

Quale sarebbe la tua vita se non avessi un forno a microonde? Mentre il tuo forno a microonde ti consente di risparmiare tempo, sta distruggendo lentamente la tua salute?
Non solo le microonde trattano gli alimenti più sani, nutrienti, ma espongono anche le famiglie alle radiazioni elettromagnetiche che permeano le pareti e il corpo umano.

Il campo elettromagnetico (EMF) prodotto da microonde domestiche comuni è qualcosa che la Russia ha preso in seria considerazione in passato. Dopo aver condotto una ricerca approfondita sugli effetti sanitari delle forme elettromagnetiche a microonde, la Russia ha determinato nel 1976 che le microonde erano pericolose per le persone. In quell’anno, la Russia ha bandito i dispositivi per proteggere la propria cittadinanza.

Le radiazioni a microonde permeano le famiglie

La radiofrequenza emessa dalle microonde non rimane circoscritta nel forno a microonde. Infatti, la FDA ha un proprio set di norme di sicurezza che limitano la quantità di microonde a cui si può essere esposti dal forno per tutta la durata della sua vita. Negli Stati Uniti, qualsiasi forno a microonde che permette di disattivare oltre 5 milliwatt (mW) di radiazioni a microonde per centimetro quadrato fino a 2 pollici dalla superficie del forno è considerato difettoso e pericoloso.

Nel mondo reale, questa radiazione è veramente misurata di casa in casa? Molto probabilmente no, e i consumatori sono portati a credere che questo metodo di cottura della nuova era è sicuro per i loro corpi. Un misuratore EMF palmare può essere utilizzato per testare gli elettrodomestici a microonde sui livelli di radiazione da radiofrequenza. Quando un forno a microonde è acceso, le sue radiazioni non ionizzanti possono penetrare le pareti e permeare il corpo umano. Nel maggio 2011 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato questa esposizione EMF come un possibile cancerogeno di classe 2B.

Le microonde sembrano veloci e semplici, nella preparazione del cibo , ma è lontano da ciò che il corpo riconoscerebbe come naturale . Quando i cibi vengono cotti a microonde, le molecole sono esposte a onde di energia che vibrano alla velocità di 2,4 miliardi di volte al secondo; Ciò induce le molecole alimentari a risonare a frequenze molto elevate. Le molecole alimentari generano rapidamente calore dall’interno, dove è presente l’acqua. Questo metodo di cottura è notevolmente diverso da un forno a convezione che emette un lento caldo che riscalda il cibo dall’esterno.

Le microonde modificano la natura del cibo, diminuendo il valore nutrizionale

I forni a microonde, d’altra parte, riscaldano il cibo dall’interno verso l’esterno, cambiando la stessa natura del cibo, deformando le strutture delle molecole alimentari. Questo è il motivo per cui il cibo a microonde perde dal 60 al 90% del suo valore nutrizionale. Infatti, gli amminoacidi nel latte e nei cereali precipitano in sostanze cancerogene dopo essere passate attraverso un forno a microonde. Quando le carni vengono cotte o scaldate tramite un forno a microonde vi si sviluppano forme di un noto cancerogeno il d-Nitrosodientanolamina. Quando i frutti sono esposti alle microonde , il loro contenuto di glucoside e galattoside si trasformano in sostanze cancerogene.

Quando il cibo viene riscaldato in contenitori di plastica, le sostanze chimiche provenienti dalla plastica possono riscaldarsi e penetrare nel cibo. I carcinogeni noti e i disgregatori endocrini quali BPA, ftalati, polietilene terpaltalato (PET), benzene, toluene e xilene possono trovarsi direttamente negli alimenti trattati con microonde.

L’avvertimento della Russia al mondo

La ricerca di Berlino risalente al 1942 ha esaminato i rischi per la salute associati al cibo trattato con le microonde; Questa è la stessa ricerca che ha portato la Russia a vietare i dispositivi a microonde nel 1976. Il divieto fu sollevato per promuovere il libero scambio con l’ovest; Tuttavia, i problemi con le microonde sono ancora oggi tale e quali ad allora. La Russia ha infine pubblicato un avviso internazionale sulle microonde e sui telefoni cellulari che rilasciano frequenze simili e che causano eguali rischi biologici e ambientali.

La buona notizia è che il passaggio da un forno a microonde a un forno a convezione è facile. Anche la cucina a vapore o i forni ventilati sono ottime alternative. Sono molto più sicuri per lasciare che il cibo sia sbrinato e permette di cucinare in modo naturale per convezione, evita inoltre di esaurire le proprietà nutrizionali del cibo e la modificazione della sua chimica molecolare naturale. È importante ricordare che il cibo è un’informazione per le cellule, e se il corpo non riconosce più ciò che sta avvenendo, allora, non può utilizzare più le indicazioni nutrizionali presenti.
voi avete forni microoonde? li utilizzate?

Qui di seguito riportiamo i commenti arrivati in risposta all’articolo:

Io prima di iniziare a convivere non lo avevo mai utilizzato, se non in ufficio.
Ora lo abbiamo a casa, ma da un po’ di tempo lo teniamo con presa di corrente staccata e lo utilizziamo il meno possibile. L’idea è di sbarazzarcene
.

– Un amico che è un po’ fissato su queste cose quando ha comprato casa ha verificato il livello di radiazioni in tutta casa e nella cameretta destinata al figlio vi era un picco incredibile. Ma la casa era spoglia, solo pareti, ancora da arredare.
Non capiva…
La parete di quella stanza era confinante con l’altro appartamento e proprio su quella parete c’era il microonde dell’altra famiglia!!!

io ora me ne sbarazzo, mio figlio ci scalda il latte quando non ci siamo ora ho deciso lo faccio fuori!

il problema grosso secondo me è un po’ il contrario…….. l’incapacità delle persone di approfondire i temi importanti (non parlo di questo, ma in generale) e il fatto di prendere per buono come atto di fede quello che ci viene rifilato ogni giorno.
A volta basta poco per approfondire le cose e farsi un’idea più concreta prima di scoprire, magari 10 anni dopo, che era meglio ragionare con il proprio cervello

Sicuramente fa male come stile di vita… una cottura rapida e “aggressiva” non è molto salutare, in più se mettono la schermatura metallica al vetro, per non far uscire le onde, un motivo ci sarà… per la cronaca, io lo avevo ma appena mi si è rotto me ne sono sbarazzato

Fonte: https://metaldetectoritalia.forumfree.it/?t=74788977&st=15

image_printStampa il Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.