magnify
Home PESTICIDI, ERBICIDI E ALTRE SOSTANZE CHIMICHE Nuovo studio: 100% di bambini risultano esposti ad arsenico, diossine e pesticidi oltre i livelli di “sicurezza”

Nuovo studio: 100% di bambini risultano esposti ad arsenico, diossine e pesticidi oltre i livelli di “sicurezza”

Un nuovo studio sull’esposizione a tossine derivante dalla dieta alimentare ha scoperto che tutti i bambini partecipanti hanno superato i livelli di riferimento relativi al rischio di cancro per l’arsenico, diossine, dieldrin, e DDE, mentre il 95 per cento dei bambini in età prescolare ha superato il punto di riferimento “non-cancerogeno” per l’acrilammide. La cosa più preoccupante è che i rapporti di rischio di sviluppare il cancro sono stati superati di 100 volte sia per l’arsenico che per le diossine…

 

Bambini e adulti superano i livelli di riferimento del cancro per sei tossine
 
I ricercatori della University of California, hanno recentemente effettuato lo studio che prima volta prende in considerazione l’esposizione alimentare a 11 tossine contemporaneamente, tra cui acrilamide, arsenico, piombo, mercurio, diossine e diversi pesticidi vietati (chlordane, DDE, dieldrin).
 
I partecipanti allo studio hanno incluso 364 bambini di età compresa tra due e sette, 446 genitori di bambini piccoli, e 149 adulti più anziani, tutti residenti in California. Per valutare i livelli di esposizione, i ricercatori hanno utilizzato questionari di frequenza alimentare con dati relativi a tossine contenuti dalla Environmental Protection Agency. I livelli di esposizione sono stati poi confrontati con il “benchmark cancro” (livelli di rischio per il cancro) di ogni tossina, che è il livello di esposizione che avrebbe generato un eccesso di casi di cancro per milione di persone nel corso della vita di 70 anni in media.
 
I ricercatori hanno scoperto che i livelli di esposizione media dei bambini e degli adulti superavano i livelli di riferimento relativi al “rischio cancro” per l’arsenico, il piombo, il dieldrin, DDE e diossine , mentre i bambini hanno superato tali livelli anche rispetto al chlordane. La cosa più preoccupante è che per ciascuna di queste tossine, i bambini hanno mostrato maggiori margini di esposizione rispetto agli adulti. Infatti, i bambini hanno superato i livelli di “rischio tumorale” di riferimento con un margine di 10 volte per il DDE, quasi 100 volte per dieldrin, e oltre 100 volte per l’arsenico e diossine. I ricercatori hanno notato che i bambini sono più a rischio di queste tossine, perché sono ancora in via di sviluppo.
 
Effetti sulla salute delle tossine più diffuse:
 
L’arsenico è stato collegato a cancro al fegato, polmone, rene e tumori della vescica. Il dieldrin è un insetticida bandito sospettato di provocare il cancro, il morbo di Parkinson e nascita di neonati sotto peso. Il DDE è un metabolita del DDT, pesticida vietato, ed è noto per i danni causati al materiale genetico delle cellule. Il Chlordane è anche esso un pesticida vietato ed è stato collegato a cancro, neurotossicità e nascita di neonati sotto peso. Tutte queste tossine, e in particolare le diossine, sono anche gli interferenti endocrini sospettati di disturbare lo sviluppo del sistema immunitario, nervoso e riproduttivo dei bambini.
 
Le cinque fonti alimentari di ogni tossina per bambini in età prescolare
 
Come una guida utile, i ricercatori hanno identificato i cinque alimenti responsabili per l’esposizione dei bambini in età prescolare per ciascuna tossina:
 

  • Arsenico: pollame, cereali, salmone, tonno, funghi
  • DDE: latticini, patate, carne, pesce d’acqua dolce, la pizza
  • Dieldrin: latticini, carne , cetriolo, melone, pizze
  • Chlordane: latticini, carne, cetrioli, pop-corn, patate
  • Diossine: latticini, carne, patate, cereali, funghi
  • Acrilammide: cracker, patate fritte, cereali, cracker, patatine

 

Inoltre, gli alimenti con i residui di pesticidi più elevati (provenienti da agricolture non biologiche) sono stati: pomodori, pesche, mele, peperoni, uva, lattuga, broccoli, fragole, spinaci, pere, fagiolini e sedano.
 
Questo nuovo studio conferma ancora una volta l’importanza fondamentale di seguire un’alimentazione biologico-vegetariana. Difatti l’agricoltura biologica vieta l’impiego di sostanze chimiche altamente tossiche che successivamente ritroviamo anche nel nostro piatto.
Ci sono tanti studi che dimostrano quanto siamo esposti a tali sostanze nocive, che mettono in serio pericolo la nostra salute e quella dei nostri figli, e che spesso ne pagano il prezzo più alto.
 
Per approfondire scaricate l’eBook gratuito “Sai cosa causano alla salute PESTICIDI, ERBICIDI e CONCIMI CHIMICI?” Cliccando qui.

 

www.laviadiuscita.net

 


Fonte: http://www.naturalnews.com/041295_children_arsenic_exposure_toxins.html

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Leave a Reply

Your email address will not be published.