magnify
Home ALIMENTAZIONE E SALUTE Pesticidi e tumori infantili, da Bari allarme dei pediatri

Pesticidi e tumori infantili, da Bari allarme dei pediatri

Pesticidi e rischio di tumore nei bambini, allarme dal convegno di pediatria a Bari.
I dati del rapporto presentato nell’ambito della 25esima edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, in corso in questi giorni nel capoluogo pugliese, sono allarmanti. All’evento partecipano oltre 500 pediatri provenienti da tutta Italia”…

 

I bambini possono essere esposti già in utero ad agenti ambientali tossici che attraversano la placenta“. Oltre 500 pediatri, provenienti da tutte le regioni d’Italia, ne parlano a Bari in occasione della 25esima edizione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps) che, iniziato ieri, si concluderà domani.
 
Dal rapporto tra “Pappa e pesticidi”, con lo studio presentato da Ruggiero Francavilla, Specialista in Pediatria e Nutrizione Pediatrica, UO Pediatria “B. Trambusti”, Policlinico Bari, emerge che “in età fetale i bambini non hanno sistemi di detossificazione di alcuni pesticidi mentre fino ai 10 anni di vita questi sistemi sono quasi 5 volte meno attivi“.
 
Lo studio mette inoltre in luce che “la fonte maggiore di contaminazione avviene attraverso l’alimentazione. Ad oggi sono 3000 i potenziali ‘nemici’ da tenere sotto controllo. Tra essi particolare importanza è data dalle micotossine e dai pesticidi. Le micotossine sono composti tossici prodotti da diversi tipi di funghi, appartenenti principalmente ai generi Aspergillus, Penicillium e Fusarium.
 
“La presenza di micotossine negli alimenti e nei mangimi – si sottolinea nella relazione – può essere nociva e può causare effetti avversi di vario tipo. Alcune micotossine sono inoltre immunosoppressive e riducono la resistenza alle malattie infettive”.
 
I pesticidi – è detto ancora – si possono trovare in gran parte degli ambienti in cui viviamo (case, scuole, luoghi di lavoro, ecc.), in frutta e verdura, nelle acque sotterranee e potabili. I bambini, in particolare, sono suscettibili di esserne maggiormente esposti.
 
“Recenti ricerche – sottolineano gli esperti – hanno dimostrato che l’esposizione ai pesticidi nel bambino aumentano significativamente il rischio di sviluppare tumori (del sangue e del cervello), sindrome da deficit di attenzione-iperattività, difficoltà di apprendimento e malattie endocrine. I pesticidi possono avere un’azione di interferente endocrino, perché alterano il funzionamento del sistema endocrino causando danni all’organismo, compromettendo il normale funzionamento del sistema ormonale“.
 
Ecco un’altra conferma dei gravissimi danni causati da pesticidi, diserbanti ed altre sostanze chimiche ampiamente e legalmente utilizzate. Quanti bambini o adulti si dovranno ammalare prima che venga presa la decisione di smettere di utilizzare, abolire e vietare definitivamente tutte queste sostanze tossiche, nocive ed altamente inquinanti?
Quello che noi consumatori possiamo fare per tutelarci è scegliere solo ed esclusivamente un’alimentazione a base di cibi biologici, con prodotti di stagione e provenienti da aziende il più possibile vicine alle nostre abitazioni. Non dimentichiamo che è il consumatore ad influenzare le scelte del mercato, pertanto la nostra scelta ha un grande valore…pertanto scegliamo consapevolmente!
 
Per approfondire l’argomento riguardante tutti i danni causati all’ambiente ed all’uomo da pesticidi ed altre sostanze chimiche, scaricate l’eBook gratuito “Sai cosa causano alla salute PESTICIDI, ERBICIDI e CONCIMI CHIMICI?” Cliccando qui.

 

www.laviadiuscita.net

 


Articolo tratto da:http://www.baritoday.it/cronaca/pesticidi-rischio-tumore-nei-bambini-convegno-pediatria-bari.html
Ampliamento a cura di www.lavisdiuscita.net
 
 

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Leave a Reply

Your email address will not be published.