magnify
Home VACCINAZIONI OMS sotto accusa per numerosi decessi da vaccinazione

OMS sotto accusa per numerosi decessi da vaccinazione

Published on August 12, 2013 in VACCINAZIONI

Un giornale indiano leader nella diffusione dell’etica medica ha accusato l’Organizzazione Mondiale della Sanità [OMS] di promuovere campagne vaccinali che danneggiano i bambini, dopo che l’uso degli stessi è stato interrotto in alcuni paesi a seguito di numerose segnalazioni di reazioni avverse e decessi nei bambini…

 

Un durissimo editoriale apparso in Indian Journal of Medical Ethics, a firma del Dr. Jacob Puliyel [Responsabile del Dipartimento di Pediatria Department of Paediatrics, St Stephen’s Hospital, Tis Hazari, New Delhi], ha accusato l’OMS di promuovere un vaccino pentavalente insicuro

 

dichiarando falsamente che nessuno degli eventi avversi a seguito di immunizzazione [AEFI] è mai stato riportato con l’uso del vaccino.

 

L’editoriale del Dr. Jacob Puliyel si basa sull’indagine dettagliata dei decessi di bambini avvenuti in Bhutan, Sri Lanka, India e Vietnam a seguito dell’utilizzo di vaccino pentavalente. Questo vaccino combina il classico vaccino contro difterite, pertosse, tetano [DPT] – a lungo utilizzato nei programmi di immunizzazione nazionali – con l’epatite B e l’Haemophilus Influenzae di tipo B [Hib].
 
L’editoriale riporta, come avevamo segnalato anche noi, che il 4 maggio 2013 il Ministero della Sanità del Vietnam ha sospeso Quinvaxem [la combinazione pentavalente utilizzata in quel paese] dopo 12 morti e altri 9 eventi avversi gravi. Secondo le notizie locali, tutti i bambini che sono morti erano in buona salute prima della vaccinazione e hanno manifestato gravi problemi respiratori che hanno causato il decesso poco dopo la vaccinazione.
 
L’OMS, che ha indagato l’incidente, ha affermato che le morti non erano correlate al vaccino e nessun evento avverso è mai stato associato al vaccino, ma l’editoriale ricorda che l’OMS non ha contestato la morte dei 12 bambini subito dopo la vaccinazione e quindi

 

è palesemente sbagliato e fuorviante giungere alla conclusione che nessun evento avverso fatale è mai stato associato con il vaccino.

 

Questo vaccino combinato NON è concesso in licenza per l’uso da parte della Food and Drug Administration [FDA], né viene utilizzato in altri paesi industrializzati. Ma l’OMS raccomanda questo vaccino pentavalente nei paesi in via di sviluppo, come appare anche sul sito web della GAVI [sempre Bill Gates]. Questo vaccino è prodotto dalla Crucell, la stessa ditta i cui vaccini antinfluenzali furono sospesi nel nostro paese per questioni di sicurezza lo scorso ottobre 2012.
 
Reazioni avverse gravi e decessi sono stati segnalati anche con vaccini pentavalenti prodotti da altri produttori e in un certo numero di paesi. Bhutan, Sri Lanka e Pakistan hanno smesso di usare il vaccino “a seguito di morti inspiegabili subito dopo l’immunizzazione”.
 
Il Bhutan ha fermato il programma di immunizzazione dopo quattro morti, ma è stato successivamente convinto a riavviare l’immunizzazione dall’OMS. La reintroduzione del vaccino ha causato altri quattro morti e il Bhutan non utilizza più questo vaccino.
 
Anche in Sri Lanka le morti hanno comportato la sospensione del programma di immunizzazione. Un comitato OMS che ha indagato le morti ha riferito che non erano dovute al vaccino, ma non riusciva a trovare alcuna causa alternativa per i decessi.
 
Anche in Pakistan la storia si ripete. Un bambino muore nel giro di mezz’ora dopo aver ricevuto la vaccinazione e altri due sono morti a distanza di 12 e 14 ore; il vaccino non è stato accusato ma nessuna causa alternativa di morte è stata trovata.
 
In India, sempre secondo l’editoriale, 21 bambini sono morti in un esperimento limitato con il vaccino introdotto nel 2011 nel programma di immunizzazione negli Stati di Tamil Nadu e Kerala. L’India aveva annunciato un piano per la diffusione del vaccino ad altri Stati, dopo il monitoraggio del suo impatto nei due appena citati.
 
In tutte le morti in discussione in questo editoriale, il fattore comune è rappresentato dal fatto che i bambini hanno ricevuto un vaccino pentavalente insicuro e nella maggior parte dei casi, il decesso è seguito a febbre alta e pianto eccessivo, convulsioni, e l’editoriale esprime sorpresa per come l’OMS “non è riuscito a vedere il legame unificante tra le morti nei diversi paesi”.
 
La maggior parte dei decessi dopo vaccino pentavalente hanno seguito la prima dose del vaccino. Questo modello di eventi avversi che si svolgono prevalentemente dopo la prima dose, suggerisce anche che non sono eventi casuali.
 
L’editoriale ha anche messo in dubbio la stessa motivazione per introdurre la vaccinazione Hib in India, dove l’incidenza della malattia da Hib è molto bassa. L’editoriale stima che vaccinare 25 milioni di bambini potrebbe al massimo salvare 350 bambini da meningite da Hib e polmonite, ma “3125 bambini moriranno di effetti avversi del vaccino”.
 
Infine, l’editoriale avverte che poichè paesi come il Bhutan e il Vietnam hanno preso provvedimenti, è imperativo agire anche per l’India al fine di proteggere la vita dei propri figli. Continuare a banalizzare tutte queste morti come coincidenze significa nascondere la realtà dei fatti.
 
Per approfondire le gravi conseguenze che i vaccini hanno sulla nostra salute e su quella dei nostri figli potete scaricare l’eBook gratuito “LE VACCINAZIONI COSA FANNO?” Cliccando qui

 

www.laviadiuscita.net

 


Fonte articolo:
http://autismovaccini.org/2013/08/12/india-oms-sotto-accusa-per-numerosi-decessi-da-vaccinazione/
 
 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Leave a Reply

Your email address will not be published.