magnify
Home O.G.M. 250.000 contadini indiani si sono suicidati a causa degli OGM

250.000 contadini indiani si sono suicidati a causa degli OGM

Published on April 7, 2013 in O.G.M.

 laviadiuscita.net

Contadini Indiani

 

Sono ormai arrivati a più di 250.000 i contadini che in India si sono suicidati a causa dei micidiali e fallimentari semi O.G.M.. Non lasciamo che la loro drammatica esperienza passi inosservata, venga dimenticata e, soprattutto, impediamo che ciò accada anche in Italia…finchè siamo in tempo.

I contadini del Terzo Mondo che hanno utilizzato semi ibridi manipolati geneticamente si trovano in gravissime difficoltà economiche. Questi semi richiedono grandi quantità di pesticidi, erbicidi e concimi chimici che avvelenano e rendono sterili i campi e pertanto i terreni sono sempre più avvelenati, sempre meno fertili e danno raccolti sempre più scarsi che, alla fine, portano i contadini al fallimento. Molti si trovano quindi costretti a ipotecare e vendere i loro possedimenti (case, terreni, ecc.) alle stesse multinazionali che hanno venduto loro i semi ibridi, i pesticidi, gli erbicidi e i concimi chimici. In questo modo le multinazionali, grazie ai semi ibridi di cui detengono i brevetti, si ritrovano proprietarie di case e interi territori contenenti moltissime risorse da sfruttare (petrolio, uranio, minerali, foreste, bacini di acqua, ecc.).

 

In India, a causa dei pericolosi ed infruttiferi semi O.G.M., centinaia di migliaia di contadini hanno perso i loro raccolti e si sono trovati con terreni ormai completamente resi sterili dall’impiego di massicce dosi di pesticidi richiesti dall’impiego di queste “tecnologie” (se così si possono definire).

 

Soltanto negli ultimi 10 anni sono più di 250.000 i contadini in India che si sono tolti la vita a causa dei debiti contratti per poter acquistare questi infruttiferi e pericolosi semi O.G.M., pesticidi, erbicidi, ecc.
La maggior parte di questi poveri contadini ha scelto di suicidarsi bevendo i pesticidi con cui hanno inquinato ossia avvelenato i loro campi. I suicidi di questi 250.000 contadini indiani dovrebbero essere un forte segnale per tutti, per tutti i contadini ed i consumatori del mondo, anche e soprattutto per i “colleghi” contadini indiani che non hanno ancora acquistato ed utilizzato i “nuovi” semi transgenici promossi con tanto clamore dalle multinazionali biotech.

 

Ma il dramma va ben oltre questo, in quanto i semi O.G.M., una volta seminati in campo aperto, rischiano di contaminare migliaia di ettari di terreni anche a svariati chilometri di distanza.

 

Nel libro di Jeremy Rifkin, uno dei massimi esperti di Organismi Modificati Geneticamente (OGM) e di Biotecnologie che si intitola “IL SECOLO BIOTECH” troviamo una sconcertante affermazione: “la rapida globalizzazione del commercio e il rapido flusso dei viaggi internazionali garantiscono di fatto che le erbe infestanti contaminate con i transgeni in una parte del mondo possano trovare la loro via verso altre regioni diffondendo l’inquinamento genetico in tutto il Pianeta. Le compagnìe internazionali chimiche e agricole hanno previsto che entro dieci o quindici anni tutti i più vasti raccolti cresciuti nel mondo saranno stati modificati geneticamente”.

 

La previsione riferita da J. Rifkin nel 1998 è già stata confermata dai fatti più recenti. Le colture transgeniche si stanno infatti espandendo molto rapidamente. Negli ultimi quattro anni la loro estensione si è quadruplicata. In America, a causa dell’azione degli insetti e dei venti che trasportano ovunque i pollini transgenici delle piante OGM, anche per mille chilometri e più, in circa tre anni, tutte le piante di mais e soia sono diventate transgeniche. Più avanti, nello stesso libro, si legge che “La pestilenza, la carestia e la diffusione di nuove forme di malattie nel mondo potrebbero essere l’atto finale del copione preparato per il prossimo secolo dalla biotecnologia”.

 

E poi ci si chiede come mai le persone si ammalano di tumori, cancri, leucemie, distruzione delle difese immunitarie, AIDS, ecc. Queste informazioni dovrebbero fare il giro del mondo, perché tutte queste malattie nascono dall’ignoranza ovvero da una incompleta informazione.

 

Per evitare di fare la fine dei contadini indiani e dei consumatori, più o meno malati, a causa degli OGM viene in aiuto un e-book gratuito chiamato “DOSSIER OGM”, curato dall’Ass.ne SUM che da molti anni lotta contro gli OGM. Questo e-book è molto completo e dettagliato, riporta le ricerche e le scoperte molto raccapriccianti fatte dagli scienziati indipendenti di tutto il mondo, indica in quali cibi e bevande sono contenuti gli OGM, quali sono le alternative e come si possono combattere.

 

Un’importante notizia data in questo e-book è la seguente: più del 60% dei cibi e delle bevande che mangiamo e beviamo quotidianamente, acquistati in negozi e supermercati, contiene OGM! Praticamente mangiamo più del 60% di cibi e bevande OGM (dolci, gelati, birra, vino, pane, pasta, biscotti, snacks, cioccolato, prodotti da forno, legumi, uova, carne, pesce, latte e derivati, ecc.). Questi famigerati OGM sono contenuti in moltissimi prodotti e noi, senza saperlo, li mangiamo a causa di etichette incomplete e leggi che proteggono e favoriscono le multinazionali tecnologiche produttrici di semi e cibi OGM.

 

Informarsi è un diritto-dovere di tutti per avere chiarezza in un mondo “poco chiaro” e per proteggere la vita e la salute nostra e quella dei nostri cari.
 
 
Per conoscere tutti i danni causati da semi e cibi transgenici, quali sono le alternative e le possibili vie d’uscita, scaricate l’eBook gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici” Cliccando qui

 
 

CAMPAGNE CONTRO GLI OGM
DELL’ASSOCIAZIONE SUM E LAVIADIUSCITA.NET

 

Laviadiuscita.net é un’iniziativa dell’Associazione SUM. Essa si batte contro gli OGM da quando sono nati. Abbiamo ideato e promosso i più importanti Convegni Internazionali in Italia e all’estero per diffondere le giuste informazioni e denunciare la pericolosità degli OGM, che sono tra gli elementi più pericolosi della Terra, a livello di genocidio mondiale. L’ultimo Convegno avvenuto in Italia é stato quello fatto a Lecce il 20 Febbraio 2010, intitolato “PUGLIA LIBERA DA OGM”. E’ possibile vedere i video su YOU TUBE di questo nostro Convegno dove hanno partecipato i più grandi esperti mondiali, scienziati, ricercatori e contadini che hanno avvisato l’Umanità sulla estrema pericolosità degli OGM.

 
 

CONVEGNO
“PUGLIA LIBERA DA OGM”

 

L’inviolabilità della memoria genetica di tutti gli esseri viventi
per uno sviluppo rurale agroecologico a tutela dei diritti umani.

 

20 febbraio 2010
Castello Carlo V – Salone Maria d’Enghein – Lecce

 

L’Associazione S.U.M., in collaborazione con il Comune di Lecce, ha organizzato questo convegno nell’ambito della sua Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM” ideata e promossa in seguito all’entrata in vigore, dal 1° gennaio 2009, del nuovo Regolamento Europeo 834/2007 che estende anche ai prodotti biologici la soglia di tolleranza dello 0,9% di OGM, senza obbligo di segnalarlo in etichetta, come già avviene da anni negli alimenti e mangimi convenzionali.
Il Convegno è stato un importante momento di informazione e di aggregazione delle forze anti-OGM: tra i relatori invitati erano infatti presenti ricercatori indipendenti di fama internazionale e studiosi che hanno presentato i risultati delle loro ricerche sugli OGM.
L’incontro è stato anche occasione per dare voce alla testimonianza diretta di chi ha già sperimentato i danni causati dalla coltivazione degli OGM in altre parti del mondo.
Alla Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM” hanno già aderito, con delibera, più del 40% dei comuni pugliesi (258), vari enti e associazioni e migliaia di cittadini. L’Associazione SUM ha presentato queste adesioni alla Regione Puglia per testimoniare la volontà di avere una Puglia libera da OGM.
L’Associazione SUM continua a promuovere la Campagna “PUGLIA LIBERA DA OGM”, le delibere di adesione dei comuni sono in continuo aumento.

 

Visualizza il programma del Convegno

Visualizza il manifesto del Convegno

Visualizza il volantino del Convegno
 
 
VIDEO DEL CONVEGNO
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 1
http://youtu.be/oVGp-TPbtJQ
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 2
http://youtu.be/cFqHSCB3Pi0
 
PUGLIA LIBERA DA OGM PARTE 3
http://youtu.be/eLD4gtqFpYw
 
CONVEGNO PUGLIA LIBERA DA OGM
(Salento WebTv)

http://www.youtube.com/watch?v=SmZjJReB744
 
 
Per richiedere il DVD del CONVEGNO contattare:
Associazione S.U.M. – Stati (Popoli) Uniti del Mondo
Casella Postale n° 4 – 73024 MAGLIE (Le) – tel. 0836/484851
statiunitidelmondo@tin.it

 
 

Per conoscere tutti i danni causati da semi e cibi transgenici, quali sono le alternative e le possibili vie d’uscita, scaricate l’eBook gratuito “DOSSIER OGM: Pericoli e danni causati da semi e cibi transgenici” Cliccando qui

 

ATTENZIONE:

 ;

ENTRO QUEST’ANNO SARA’ PRESENTATO IL “PROGETTO COMUNE SANO” PER AVERE COMUNI LIBERI DA OGM E DA OGNI ALTRO TIPO DI INQUINAMENTO NOCIVO ALLA SALUTE E ALL’AMBIENTE.
 
VAI ALLA PAGINA “SOS TERRA” PER LEGGERE LA BREVE PRESENTAZIONE DI QUESTO IMPORTANTE PROGETTO.
 

SOSTIENICI E
RIMANI SINTONIZZATO

 
www.laviadiuscita.net

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
1 Comment  comments 

One Response

  1. I think this is among the so much significant info for me. And i am happy studying your article. But wanna statement on some common issues, The site style is ideal, the articles is in point of fact excellent : D. Good task, cheers

Leave a Reply

Your email address will not be published.