magnify
Home ACCORDI SEGRETI (TAFTA, TPP. ECC.) IL GRANDE SEGRETO CHE PUO’ CAMBIARE IL MONDO

IL GRANDE SEGRETO CHE PUO’ CAMBIARE IL MONDO

soldi-il-libro-di-isha-babaji

Quelli che leggerete sono i primi due capitoli del libro “SOLDI” di Isha Babaji, un libro che fa Luce sul “Grande Segreto che può cambiare il Mondo”, il Segreto del Signoraggio Bancario, che rappresenta la Vera causa di tutti i problemi economici e non, nostri e del mondo intero. Conoscendo questo “Segreto”, sarà possibile eliminare la “Grande Crisi economica, interiore ed esistenziale” che sta distruggendo noi cittadini, le nostre attività, i nostri figli, il loro futuro, le nostre economie e quelle dell’intera Umanità. Ecco quindi i primi capitoli di questo importante libro, comprensibile a tutti, anche “ai non addetti ai lavori”…

 

Primi 2 capitoli del libro “SOLDI” di Isha Babaji
 

IL GRANDE SEGRETO
CHE PUÒ CAMBIARE IL MONDO

 
 

Tutti i dibattiti politici, tutte le sceneggiate politiche viste in TV e diffuse dai mass-media hanno il compito di stordirci, di farci ridere e piangere, di farci perdere tempo prezioso, servono solo a distrarci dal “Grande Segreto”, ossia dal problema principale che è: il Signoraggio bancario esercitato dalle Banche Centrali di tutto il mondo.
 
Il Signoraggio bancario, come vedremo fra poco, rende incomplete, vane ed inutili tutte le finanziarie e tutte quelle leggi studiate per trovare continui rimedi ai grandi problemi esistenti sulla Terra. Essi non potranno mai essere risolti, continueranno ad esistere e ad aggravarsi se, prima di tutto, non si risolve la causa primaria che li ha generati. Tutti i problemi sono infatti solo un effetto di un’unica causa e questa unica causa è, appunto, il Signoraggio bancario. Esso viene dettagliatamente spiegato in questo libro semplice e di facile comprensione, anche per i “non addetti ai lavori”.
 
Il Signoraggio bancario è la prima, sola ed unica causa che ha generato e continua a generare ed aggravare il DEBITO PUBBLICO di tutti i popoli della Terra. Esso coinvolge in modo distruttivo ogni cosa, fa fallire le imprese, soffoca le economie e la vita di tutti i cittadini del mondo. Nei telegiornali e nei dibattiti politici non si fa altro, da anni e anni, che discutere su come fare a pagare questo debito pubblico con le cosiddette “finanziarie” emanate dai Governi, con aggiustamenti, manovre, decreti leggi, ecc. imponendo infinite restrizioni e limiti aberranti che soffocano il lavoro, i lavoratori, danneggiano le economie e fanno fallire le imprese. Perfino i popoli ricchi occidentali, e non solo i popoli poveri, stanno affogando completamente nell’“oceano” del debito pubblico.
 
Oggi noi tutti lavoriamo principalmente per pagare il debito pubblico attraverso sempre più ingenti e numerose tasse (IVA, IRAP, IRPEF, le tasse provenienti dalle dichiarazioni dei redditi, ecc.), ma questo debito aumenta sempre più ed è diventato talmente alto che è impossibile estinguerlo, soprattutto a causa degli interessi che vi sono sopra. Inoltre nessuno sa con chi abbiamo questo debito. E’ assurdo, ma è così. Tutti parlano di questo debito pubblico, affermando che è gigantesco, che aumenta sempre più, che occorrono speciali manovre finanziarie, leggi, tasse, ecc. per annullarlo, ma mai nessun politico, nessun giornale, nessun telegiornale, nessun sindacalista, nessun industriale, ecc. ci dicono verso chi siamo debitori, perché abbiamo questo debito e come lo abbiamo creato. Nessuno ne parla. Ed è ovvio. Perché come vedremo leggendo questo libro, è una Truffa Colossale: non lo abbiamo con lo stato o con il Governo, come comunemente si crede, ma con dei privati cittadini.
 
Così come si accendono le lampadine, i computer, gli elettrodomestici e tutto ciò che funziona con la corrente grazie ad una centrale elettrica generatrice di elettricità, nello stesso modo anche la “Centrale Elettrica del Signoraggio bancario” ha acceso, come tante lampadine, tutti i problemi che gravano sull’Uomo. Cosa accade se disinseriamo l’interruttore principale della “Centrale Principale di Corrente” che crea, dà energia, “accende”, mantiene in vita ed aggrava, giorno dopo giorno, tutti i problemi del mondo? Accade che tutte queste infinite lampadine, che rappresentano i problemi dell’intera Umanità, si spengono. Quindi tutti i problemi vengono “spenti”, risolti, eliminati.
 
IL SIGNORAGGIO BANCARIO rappresenta quindi la “Centrale Elettrica Principale” che crea ed aggrava tutti i problemi del Pianeta.
 
 
LA FAME NEL MONDO NON DIPENDE DALLA SCARSITA’ DI CIBO MA…
 
Se non si farà luce e non si denuncerà apertamente il Signoraggio esercitato dalle Banche Centrali (Bankitalia, Banca Centrale Europea ossia BCE, Federal Reserve Bank, ecc.) ci saranno sicuramente nel mondo, quindi anche in Italia, gravissime crisi economiche così come è già successo in Argentina ed in altre parti del Pianeta. Nel 2002, in Argentina, a causa del debito pubblico che nessuno sa, come predetto, in che modo è stato generato e chi ne è il beneficiario, furono ritirati dalla circolazione tutti i dollari dai conti correnti del popolo argentino per pagare il debito pubblico dell’Argentina giunto alle stelle. A causa di questo “ritiro” o “sequestro”, non vi erano più soldi in circolazione pertanto la gente è stata costretta a procurarsi cibo nei bidoni della spazzatura e ad uccidere cani, gatti ed altri animali per cibarsene. Per non parlare dei popoli del cosiddetto “Terzo Mondo” che sono completamente affogati nel loro debito pubblico e, per questo, soffrono e muoiono per fame e malattie. La loro estrema povertà deriva infatti non dalla carenza di cibo ma dalla carenza o assenza di denaro per comprarlo, denaro che serve anche a costruire case, pozzi, avviare irrigazioni e coltivazioni per l’autosufficienza ed uno sviluppo sostenibile. Tutti sappiamo o dovremmo sapere che il cibo è sempre in eccedenza e per questo viene distrutto per tenere alti i prezzi ossia per ragioni speculative di politica economica, prova evidente questa che non è il cibo a scarseggiare, ma lo è il denaro per comprarlo.
 
La scarsità o assenza di denaro è dovuta esclusivamente al Signoraggio che viene esercitato su tutti i popoli della Terra da parte delle Banche Centrali. Esse, come vedremo, si appropriano illegalmente di tutti i beni e di tutte le risorse del Pianeta grazie anche alle multinazionali in quanto esse sono state create e foraggiate dalle Banche. Pertanto anche tutte le multinazionali sono controllate dalle Banche Centrali ed obbediscono agli ordini dettati dai vertici di queste Banche. Il fine delle Banche Centrali è solo ed unicamente quello di far creare – dalle loro articolazioni (multinazionali e Governi) – infiniti problemi quali ad esempio: debito pubblico, fame, guerre, malattie, ecc. in modo da creare, con questi ed altri numerosi problemi, enormi difficoltà economiche e, di conseguenza, prestare ingenti quantità di denaro per poter indebitare i popoli e renderli insolventi. In questo modo possono espropriare i cittadini del mondo di beni e risorse, come vedremo nel corso della lettura di questo libro. L’indebitamento, la svendita di aziende, industrie e l’espropriazione di beni e risorse è quindi il loro fine ultimo.
 
L’esistenza di un debito pubblico giunto a cifre stellari, che sta mettendo in ginocchio non solo i popoli poveri ma anche lavoratori ed imprese occidentali, è dovuta solo ed unicamente a questo Signoraggio, che solo certi economisti e troppo poche persone conoscono. Il Signoraggio non è una cosa legale, ma una truffa, è la più Grande Truffa di tutti i Tempi, una Truffa che crea immense sofferenze su tutta la Terra ed è la causa dell’INEFFICACIA, della FALSITÀ e dell’INUTILITÀ DI TUTTE LE MANOVRE POLITICHE E DI TUTTE LE FINANZIARIE, è la causa di dittature, espropriazioni, pignoramenti, fallimenti, privatizzazioni, disoccupazione, suicidi da insolvenza, povertà, guerre, miserie ed ingiustizie.
 
Ecco perché finanziarie, riforme, manovre politiche, tribune e dibattiti su problemi umanitari, ambientali, sociali, politici, economici, religiosi, demografici, sanitari, ecc. sono una farsa, non servono a nulla, se non a peggiorare le cose, a perdere tempo, salute e vite umane se, prima di tutto, non si “spegne” la Centrale Originaria di tutti i problemi ossia se non si risolve il problema del Signoraggio bancario. Esso dovrebbe essere l’obbiettivo principale su cui discutere nelle sedi parlamentari nei TG, nelle piazze, nei bar, nei ristoranti, negli stadi, nei giardini mentre si passeggia… in quanto è la causa di tutti i problemi, è LA CAUSA DI TUTTE LE CAUSE, la causa primaria di tutte le sofferenze umane e della possibile auto-distruzione di Pianeta ed Umanità.
 
 

LA STORIA DEL DEBITO PUBBLICO

 
 

Il Signoraggio bancario viene attuato dalle Banche Centrali di tutto il mondo: BCE (Banca Centrale Europea), Bankitalia, Federal Reserve, ecc. Prima del 1694 le persone potevano andare in banca e farsi cambiare le proprie banconote in oro perché vi era la riserva aurea a garanzia e copertura del denaro stampato, per cui vi era ancora la convertibilità delle banconote in oro. Dal 1694 in poi ossia con la costituzione della Banca d’Inghilterra, che ha dato origine al “Signoraggio Bancario” tutti i popoli del mondo sono stati trasformati inconsapevolmente da proprietari in debitori del proprio denaro, nella più grande truffa di tutti i tempi, passata inosservata perché basata sul principio della riserva d’oro. Inoltre questa riserva aurea non c’è più dal 1971, data della fine degli accordi di Bretton Woods. Con la cessazione di tali accordi fu abolita completamente la riserva aurea che dava almeno l’illusione di avere oro a copertura del denaro. Pertanto dal 1971 non esiste più neanche oro a garanzia del denaro stampato dalle Banche Centrali di tutto il mondo.
 
Le Banche Centrali stampano il denaro che hai in tasca. Queste Banche Centrali, una volta, potevano dire: “La banconota è mia perché la riserva (d’oro) è mia”. Ma con la fine degli accordi di Bretton Woods, tutte le Banche Centrali del mondo non possono più dire: “La banconota è mia …”, in quanto non c’è più nemmeno la riserva aurea che va a coprire le banconote stampate da queste stesse Banche.
 
Non avendo nessun valore intrinseco legato all’oro, il denaro che abbiamo in tasca è solo carta straccia, che non avrebbe nessun valore, se non ci fosse il cittadino ad accettarlo come mezzo di scambio. Con la sua accettazione, il cittadino accetta la cifra scritta sulla banconota che, così, acquista un valore vero e proprio. E’ quindi non la Banca ma il cittadino che, con la sua accettazione, dà valore alla banconota.
 
Pertanto il “problema” che si pone è questo: oggi di chi è la proprietà di tutto il denaro stampato dalle Banche Centrali? E’ delle Banche o dei cittadini? La risposta è semplice: è dei cittadini! Con la cessazione degli accordi di Bretton Woods e della riserva aurea il vero proprietario di tutta la moneta stampata è oggi il cittadino e non più la Banca. Il “valore indotto”, descritto dal Prof. Giacinto Auriti, secondo il quale il valore del denaro è dato per induzione, quindi per accettazione da parte dei cittadini, non viene determinato dalla Banca che lo stampa. Infatti, se il Governatore di una Banca si trovasse su un’isola deserta e stampasse banconote, esse non avrebbero alcun valore proprio perché mancano i cittadini. Quindi la Banca Centrale non può dire di essere la proprietaria del valore (le cifre scritte sulle banconote) del denaro che stampa. Invece cosa accade? Accade che tutte le Banche Centrali del mondo si dichiarano proprietarie del valore di tutto il denaro che stampano in quanto lo prestano allo stato ossia a noi cittadini. Il prestito è una facoltà di colui che detiene la proprietà dei soldi. Infatti li puoi prestare solo se ne sei il proprietario. Però, come abbiamo detto, il proprietario di questi soldi, non è più la banca ma è il cittadino che li accetta. Sorge quindi spontanea una domanda: “Se noi siamo i proprietari di tutto il denaro che la Banca Centrale stampa, allora perché ce lo presta?”. Nessuno sa dare una risposta. Infatti è proprio in questa domanda che vi è celata LA PIÙ GRANDE TRUFFA DI TUTTI I TEMPI. Vediamo ora le conseguenze che provoca questa Colossale Truffa.
 
Tutto il denaro stampato dalle Banche Centrali viene quindi prestato ossia affittato e fatto pagare allo stato, quindi a tutti i cittadini. In che modo? Il governo, in cambio di questo prestito di denaro, dà alla Banca Centrale titoli di stato (Buoni del Tesoro o BOT o altri titoli di stato), titoli che sono come delle cambiali che qualcuno dovrà pagare. Tali titoli-cambiali rappresentano il famoso debito pubblico che dovrà essere pagato da tutti i cittadini.
 
Questo debito pubblico lo abbiamo quindi nei confronti della Banca Centrale (B.C.E. ossia Banca Centrale Europea) e Bankitalia (Banca Centrale italiana). Bankitalia detiene una quota di azioni (14,57%) della B.C.E. Qualcuno potrebbe dire: ”Ma le Banche Centrali sono statali, dipendono dal Governo”. Questo non è assolutamente vero! Le Banche Centrali non sono istituti o istituzioni statali o governative, ma sono società private ovvero Società per Azioni (S.p.A.) con scopo di lucro, le cui sedi sono alle isole Cayman ed in altri paradisi fiscali ed i cui soci non solo non vengono eletti democraticamente, ma sono sempre gli stessi, gli stessi “Potenti” che governano il mondo.
 
 
CHE COSA CI FANNO CON IL NOSTRO DENARO?
 
Tutto il denaro che queste Banche Centrali stampano viene trasferito a tutti gli sportelli delle proprie banche, che sono tutte le banche esistenti in una Nazione. Tale denaro dovrebbe essere distribuito gratuitamente ossia accreditato al popolo stesso anziché essere “prestato”. Invece cosa accade? Accade ciò che tutti sappiamo, cioè che le banche utilizzano questo nostro denaro per prestarcelo sotto forma di mutui, ipoteche, finanziamenti, ecc. che poi dovremo restituire, per di più, con l’aggiunta di interessi. Così siamo truffati due volte: La Banca Centrale (prima era Bankitalia con le lire, adesso è la Banca Centrale Europea con gli euro) stampa e presta, pertanto si dichiara “proprietaria” di tutto il denaro che stampa. Cosa significa essere “proprietari del denaro”? Significa che, ritenendoti proprietario del denaro che stampi, lo puoi prestare allo stato ossia al Governo e, pertanto, viene prestato ai cittadini in quanto i cittadini sono lo stato. Lo stato è solo un’invenzione giuridica, in un certo senso non esiste. Lo stato siamo noi, non è altro che la nostra comunità, lo stato sono i cittadini rappresentati dal Governo. Il Governo paga in BOT ossia in obbligazioni o titoli di stato tutto il denaro stampato dalla Banca Centrale creando così la prima truffa ossia il debito pubblico rappresentato dalle false cambiali (titoli di stato o BOT) che i cittadini dovranno pagare attraverso le tasse.
 
Tutto questo denaro stampato che ha creato il debito pubblico dove va a finire? Esso giunge alle varie banche locali sparse sul territorio che ce lo prestano per la seconda volta (per mutui, Ipoteche, finanziamenti, ecc.) creando così la seconda truffa ossia il debito privato con le banche. Tutto il denaro stampato dalla Banca Centrale dovrebbe infatti essere accreditato ai cittadini e non “prestato”. E’ come se un ladro ci rubasse due volte tutti i nostri soldi per poi prestarceli maggiorati degli interessi.
 
Questa è infatti la più grande truffa di tutti i tempi tenuta nascosta dai politici in quanto tutti i poteri politici, tutte le poltrone, tutti i favori, ecc. vengono conferiti ai politici dai banchieri loro padroni. Chi sono quindi questi banchieri, queste Banche Centrali? Le Banche Centrali (la Banca d’Italia o Bankitalia, la Federal Reserve, la B.C.E. (Banca Centrale Europea, ecc.), sono Società per Azioni (S.p.A.) e sono composte da banche private S.p.A. ( sono le banche presenti nella Nazione), da assicurazioni private, da privati finanzieri, faccendieri, truffatori, ecc. Pertanto non devono essere viste come un tutt’uno con il Governo, anzi, non hanno nulla a che fare con esso, quindi non operano per far fronte ai bisogni dei cittadini né per risolvere i vari problemi della Nazione, anzi, di problemi ne creano all’infinito. Il debito pubblico di ogni nazione è uno di questi problemi: in realtà è un credito a favore dei cittadini e non un debito!
 
La Banca Centrale non è altro che una tipografia privata che stampa denaro e che dovrebbe essere pagata solo per il costo di carta e inchiostro necessari per stampare le banconote e non per il valore nominale del denaro (le cifre scritte sulle banconote). Un conto è l’emissione-stampa della moneta, e un altro conto è il prestito di questa stessa moneta. Sono due cose completamente diverse. L’emissione-stampa di carta-moneta va quindi distinta dal prestito di denaro: la prima ha finalità di conio, il secondo presuppone la qualità di proprietario del bene, oggetto del prestito.
 
Il Giudice Martin V. Mahoney affermò esplicitamente in una causa che i dollari della Federal Reserve sono solo carta-straccia senza alcun valore legale. Nella causa del 1968 “First National Bank of Montgomery CONTRO Jerome Daly”, il predetto Giudice decretò che le banconote della Federal Reserve Bank (la Banca Centrale americana) non avevano alcun valore legale. Sei mesi dopo la sentenza, il Giudice morì avvelenato. La sentenza però rimane e fa diritto. Negli ultimi anni ben 52 sentenze, negli USA, hanno fatto riferimento alla causa del 1968, tuttavia i media (TV, giornali, ecc.), essendo tutti politicizzati, comprati, e manovrati dalle banche, fanno di tutto per evitare di parlarne. La causa del 1968 è comunque una bomba ad orologeria che, prima o poi, è destinata a scoppiare in quanto le sentenze giudiziarie, negli USA, fanno legge.
 
Tutte le Banche Centrali del mondo, non sono istituzioni pubbliche, non sono “statali” o governative, non producono nulla, ossia non producono il valore del denaro, valore che viene invece creato solo ed unicamente dal cittadino, con il proprio lavoro, con il sudore della propria fronte, con l’accettazione della carta-moneta che per convenzione, la accetta come misura del valore e mezzo di scambio di prodotti, beni e servizi. Quindi queste Banche Centrali non creano il valore del denaro. Esse hanno solo il MONOPOLIO sulla stampa della carta-moneta, sono pertanto delle semplici tipografie il cui lavoro dovrebbe consistere nel solo conio, ossia nella sola stampa delle banconote.
 
E’ quindi erronea l’idea comune che le Banche Centrali siano istituzioni governative o statali e che operino per il bene dei cittadini, sono invece enti privati costituiti dalle più ricche e potenti famiglie del mondo in quanto sfruttano, corrompono, e tengono sotto il loro potere governi e cittadini da più di tre secoli. Tra queste famiglie vi è la famiglia dei banchieri Rothschild, che è la più ricca e potente del Pianeta, la famiglia dei Rockfeller, lo IOR (Istituto per le Opere Religiose) e gli uomini dell’Opus Dei (la Banca del Vaticano), ecc. Nel corso della lettura di questo libro potrete trovare i nominativi delle società che compongono le varie Banche Centrali del mondo.
 
Vediamo ora un altro aspetto inerente alla proprietà della moneta. Tutti i nostri beni e quelli esistenti in tutto il mondo possono essere acquistati solo con il denaro. Ma se le Banche Centrali si dichiarano proprietarie di tutto il denaro che stampano in quanto ce lo “prestano”, in automatico queste Banche sono proprietarie di tutti i beni mobili ed immobili e di tutte le risorse esistenti sulla Terra perché questi beni e queste risorse sono acquistabili, appunto, solo con il denaro da esse stampato che è, falsamente, di loro proprietà. Pertanto, tutto ciò che esiste sulla Terra, ossia tutto ciò che è acquistabile con il denaro, è di proprietà delle Banche.
 
In ultima analisi, Uomini e Pianeta sono di proprietà delle Banche, perché il denaro e le “pressioni” esercitate dalle Banche compra e corrompe tutto e tutti.
 
Le Banche “prestano” il denaro allo stato, a tutti. “Prestare” non significa che il denaro che hai in tasca è tuo, significa semplicemente, che non ti appartiene, puoi farne quel che vuoi, puoi usarlo per comprare ciò di cui hai bisogno ma, in ultima analisi, non è di tua proprietà pertanto, prima o poi, lo dovrai restituire allo stato-governo sotto forma di tasse per pagare il “debito pubblico” ed alle banche locali per pagare il “debito privato”. La Banca Centrale (in Europa è la Banca Centrale Europea o B.C.E.), a causa del debito pubblico che i governanti hanno contratto (a nome di tutti i cittadini) con la stessa Banca Centrale, potrebbe ritirarti, da un momento all’altro e senza preavviso, tutto il denaro che hai in tasca, anche quello che possiedi sui conti correnti e nelle varie banche locali o commerciali. Perché? Perchè questo denaro non è tuo, ma di proprietà della Banca Centrale che lo ha stampato e te lo ha prestato e, dal momento che tale denaro è gravato da un gigantesco debito (pubblico) che hai contratto con la Banca Centrale attraverso il tuo Governo, la Banca Centrale Europea te lo può ritirare in qualsiasi momento. Il denaro che hai in tasca e sui conti correnti è, infatti, gravato da un debito pubblico di circa 2.200 miliardi di euro. Ti assumi questo debito nel momento stesso in cui accetti l’euro. Nel momento in cui nasci tu sei già in debito di oltre 2.200 miliardi di euro che, insieme a tutti i cittadini italiani, si deve restituire oggi alla Banca Centrale Europea, un tempo era la Bankitalia. Se invece accetti il dollaro come mezzo di pagamento e possiedi solo dollari, allora il debito sale a sei trilioni di dollari, essendo questa cifra il corrispettivo che il popolo americano ha come debito contratto con la Federal Reserve (Banca Centrale americana). Stessa cosa dicasi per le altre monete ufficiali esistenti sulla Terra, che sono gravate tutte da debito pubblico. Qualsiasi altra moneta ufficiale esistente nel mondo è gravata da un gigantesco debito pubblico che i cittadini devono ingiustamente restituire alle proprie Banche Centrali.
 
Pertanto, il “prestito” non è la “proprietà”. Il prestito è il prestito e ti rende schiavo dei banchieri. La proprietà invece è proprietà, e ti rende sovrano, sì, sovrano del tuo stesso denaro. Ed è proprio così che dovrebbe manifestarsi la democrazia. Se noi non siamo proprietari del nostro denaro, la parola “democrazia” è falsa. Non può esistere la sovranità del popolo (la cosiddetta “democrazia”) senza la sovranità monetaria del popolo. Tutti i nostri problemi economici e politici possono essere risolti solo se il popolo detiene la sovranità monetaria. Senza questa sovranità monetaria, il popolo non potrà mai essere “sovrano” e sarà quindi sempre un semplice schiavo di banche e banchieri, nonché schiavo dei politici, che sono i “camerieri” delle Banche, schiavo di tutta la sofferenza che essi ci creano mediante un’infinità di problemi, come già detto: guerre, malattie, debito pubblico e privato, disoccupazione, suicidi da insolvenza, inquinamento, effetto serra, OGM, miserie, ingiustizie. L’Umanità potrebbe quindi estinguersi per tutti i problemi che i governanti ci hanno creato e continuano a crearci in quanto camerieri-servitori delle Banche Centrali i cui interessi sono quelli di far indebitare, attraverso i politici, attraverso banche locali e multinazionali, il mondo intero mediante la creazione appositamente programmata e voluta di tutti i predetti problemi.
 


 
 
Il libro “SOLDI”, continua poi con il successivo capitolo intitolato: “CHE COS’E’ IL SIGNORAGGIO BANCARIO”, che entra ancor più nei dettagli e nelle varie “sfaccettature” o truffe che vi sono dietro di esso. Ora i cittadini, svelata la “La Più Grande Truffa di Tutti i Tempi”, hanno la possibilità di ribaltare completamente “la situazione”. Per avere il predetto Libro, andare sul sito www.laviadiuscita.net al link http://laviadiuscita.net/soldi-il-libro-che-contiene-la-soluzione-ai-debiti-e-ai-gravi-problemi-che-ci-affliggono-il-nuovo-libro-del-maestro-isha-babaji/
 
Divulgate questo scritto a parenti, amici e conoscenti perché possano a loro volta farlo conoscere a più persone possibili. Grazie!
 
Per scaricare questi primi due capitoli del libro “SOLDI” in PDF clicca qui.

 

 
 

www.laviadiuscita.net

 
 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero anche interessare:

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 

Leave a Reply

Your email address will not be published.