magnify
Home 2014 September
formats

ISIS: oggi spauracchio e “cancro da estirpare”, ieri “ribelli” da armare…per l’imperialismo USA

  Di Salvatore Santoru   I terroristi di ISIS da qualche mese stanno terrorizzando l’Iraq, e da anni la Siria. Ultimamente ISIS è diventato il nuovo tormentone e spauracchio usato dai media occidentali. Sino a a poco tempo fa però, a parte chi si occupa di informazione alternativa, nessuno ne parlava, eppure questo gruppo era

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Bombe atomiche USA in Europa: un grave pericolo

Published on September 26, 2014 by in GEOPOLITICA

di Gianni Lannes   Da un buon ventennio mi occupo di armamenti nucleari. Un decennio fa ho visitato alcune basi USA e NATO in Italia, dove sono allocate in condizioni di criticità (secondo i rapporti ufficiali dell’US AIR FORCE) 90 ordigni nucleari modello b 61. E ne ho ricavato una serie di inchieste pubblicate nel

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

“UFO PROJECT” MESSAGGIO n.1 di ISHA BABAJI

Pace a tutti gli esseri viventi. Vorrei donare la mia Benedizione a tutti coloro che credono ad una “Vita Semplice ed Evoluta”, piena di Gioia e vero Amore, a tutti gli amici degli U.F.O. e degli “E.T.”, a tutti gli ufologi che li sentono sempre più vicini ai loro cuori. Gli anni che vanno dal

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Gli Inventori di malattie – La Mafia Medica e Farmaceutica (VIDEO)

«Il nostro sogno è inventare farmaci per gente sana»: la frase, attribuita ad Henry Gadsen, direttore generale della multinazionale farmaceutica Merck, riassume la filosofia del “Disease mongering”, ovvero: la scienza (mostruosa) degli “inventori di malattie” che creano patologie a tavolino per poi vendere più farmaci. Il video “Gli inventori di malattie” è un reportage sui

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

I rischi nel mangiare carne

La carne è stata a lungo sospettata di essere un cibo povero. Un’ampia esperienza sta provando che il sospetto è fondato. L’avvertimento di solito era: mangia meno carne. Ora è: non mangiare la carne. Gli uomini un tempo credevano che la carne fosse necessaria per produrre sangue. Ora è noto che la frutta fresca, le

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Decreto “Sblocca Italia”: inceneritori imposti con la forza

Nel decreto cosiddetto Sblocca Italia del governo renzusconi, tra le varie porcherie quali la cementificazione di aree demaniali, la trivellazione senza freni del territorio e l’aggiramento di norme a tutela dell’ambiente (spacciato per “semplificazione burocratica”) per la realizzazione di grandi opere, trova spazio anche la realizzazione degli inceneritori… Ti potrebbero anche interessare:Triflumizolo complice dell’obesita’Diserbante trovato

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Nuovo eBook gratuito: “TUTTA LA VERITA’ SUI PERICOLI E DANNI CAUSATI DA INCENERITORI E TERMOVALORIZZATORI”

Da decenni inceneritori e termovalorizzatori sono stati aboliti in America ed in molti stati europei per i loro alti costi di costruzione e manutenzione, per la loro scarsa produzione di energia, che è appena sufficiente per il loro funzionamento, ma anche per il grande inquinamento-avvelenamento che causano all’ambiente con ripercussioni inevitabili sulla salute delle persone

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments 
formats

Salviamo l’ambiente mangiando in modo consapevole

Il mondo moderno industrializzato minaccia l’ambiente naturale in più e più modi. Di queste minacce, e di come porvi rimedio, si discute con passione da anni in vari ambiti. Ma viene sempre trascurato un fattore fondamentale: l’allevamento di bovini e altri animali per l’alimentazione umana. Intervista ad Angelica Garcia, Direttrice del Centro Universitario Emilio Cardenas

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
No Comments  comments